Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi14058
mod_vvisit_counterUltima settimana155772
mod_vvisit_counterUltimo mese577978

Uno dei tanti crimini degli Stati Uniti: l’invasione di Panama nel 1989

E-mail Stampa

Città di Panama: i rappresentanti delle vittime dei bombardamenti di Bush senior protestano con Obama in occasione del VII summit delle Americhe

Gli USA hanno commesso tanti crimini, come quelli a danno di Sacco e Vanzetti i due anarchici italiani condannati innocentemente alla sedia elettrica. Nicola Sacco era di Torremaggiore, in provincia di Foggia, città vicina alla mia natia Lucera. Mio padre mi ha sempre parlato d questo crimine, fin da bambino.

Spesso, però i crimini commessi dagli Stati Uniti sono completamente ignorati in occidente perché i media, tutti i media, inclusi quelli italiani, sono di proprietà del grande capitale e sono unicamente al loro servizio, quindi tendono a nascondere la verità (i crimini che commettono i loro padroni).

Uno dei tanti crimini commessi dagli USA e poco conosciuti in occidente, Italia inclusa, riguarda l'invasione di Panama nel 1989. La scusa per invadere Panama fu quella di far fuori il dittatore narcotrafficante Noriega e riportare la democrazia a Panama. Noriega era effettivamente un narcotrafficante, ma un prodotto della CIA, particolarmente voluto da Bush padre quando era appunto a capo della CIA.

Il trafficante Noriega, arricchitosi trafficando droga negli USA col consenso della CIA, di cui era membro fin dal 1960, fu messo a governare Panama dalla stessa CIA. Una volta al potere, Noriega commise l'errore di credere che lui poteva realmente governare ed in particolare amministrare il Canale di Panama. Fu un povero Illuso! Gli USA appena si accorsero che il proprio pupillo non rispondeva più agli ordini, gli sfuggiva di mano, emisero il decreto secondo il quale Panama rappresentava una minaccia per la propria sicurezza nazionale e lo invasero.

Gli USA intervennero con oltre 26.000 militari ben armati, più del doppio di tutte le forze armate panamensi (militari e polizia). Durante l'invasione bombardarono, o meglio fecero scomparire dalla faccia della terra un intero quartiere dove vivevano solo operai e poveri (proletariato e sottoproletariato), il quartiere "El Chorrillo" a Città di Panama. Ancora oggi le cifre ufficiali contenute nei libri di storia parlano di qualche centinaio di morti. Basta vedere cosa dice Wikipedia sull'invasione di Panama, ossia un bel niente (1)

I morti in realtà furono circa 3.500 (2), la stragrande maggioranza civili, donne, bambini, anziani. L'invasione servi agli USA anche per sperimentare le armi più moderne e innovative di cui disponeva in quel momento, come gli aerei da combattimento Lockheed F-117 Nighthawk o gli elicotteri AH-64 Apache.

Durante l’invasione (20 dicembre 1989 – 3 gennaio 1990), i militari USA letteralmente si divertivano ad ammazzare la gente; sparavano contro tutto quello che si muoveva, non importava se fossero bambini, donne o anziani. Con i loro carrarmati e blindati si divertivano a schiacciare auto e persone. Per loro era un gioco, puro divertimento. A distanza di 26 anni i familiari di quel massacro ed il popolo di Panama cercano ancora giustizia.

Oggi, proprio a Città di Panama  si svolge il VII Summit delle Americhe. Alla vigilia dell’evento, il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha visitato il quartiere "El Chorrillo", simbolo di questo crimine ignorato dall’opinione pubblica mondiale. Durante questa visita, i rappresentanti delle vittime dimenticate lo hanno incaricato di consegnare ad Obama una loro lettera con la quale chiedono giustizia.

Il rappresentante dell'oligarchia statunitense, Barack Obama è già a Panama, come tutti gli altri presidenti; nella giornata odierna si è dilettato a fare turismo e visitare il “suo canale”, il Canale di Panama di cui si sente padrone. Durante il vertice, il presidente Nicolas Maduro gli consegnerà la lettera ricevuta dai familiari delle vittime; tutti sappiamo, però che Obama non terrà minimamente in conto delle richieste di giustizia dei familiari delle vittime di quella invasione. La consegna della richiesta di giustizia servirà comunque a far conoscere all'opinione pubblica mondiale di questo ennesimo massacro commesso dagli USA e praticamente ignorato; uno dei tanti crimini dell'imperialismo USA (3).


Note

(1)  Wikipedia, “Invasione statunitense di Panama”, Url:
http://it.wikipedia.org/wiki/Invasione_statunitense_di_Panama;

(2)  Fonte dei dati citati: Hace 23 años - Invasión de Panamá, Url:
https://www.elcuara.com/noticias/6657-hace-23-anos-invasion-de-panama.html;

(3)  Su alcuni dei crimini commessi dagli USA vedasi: Campagna mondiale "Obama, ritira subito il decreto anti-Venezuela!", Url: http://umbvrei.blogspot.com/2015/03/campagna-mondiale-obama-ritira-subito.html; La historia no contada de Estados Unidos, un documentario in lingua spagnola, Url: http://umbvrei.blogspot.com/2015/04/la-historia-no-contada-de-estados.html; La agresión permanente, un libro in lingua spagnola di Jean Guy Allard ed Eva Golinger, scaricabie liberamente, Url: http://umbvrei.blogspot.com/2015/04/la-agresion-permanente-de-jean-guy.html; 35 Countries Where the U.S. Has Supported Fascists, Drug Lords and Terrorists, un articolo in inglese, Url: http://umbvrei.blogspot.com/2015/03/35-countries-where-us-has-supported.html


da Umbvrei


 

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.