I paesi dell'ALBA condannano il colpo di stato contro il presidente del Paraguay, Fernando Lugo

Stampa

I paesi membri dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nostra America, ALBA-TCP [Alianza Bolivariana para los Pueblos de Nuestra América - Tratado de Comercio de los Pueblos], condannano e ripudiano in modo categorico il colpo di stato perpetrato il 22 giugno 2012, con l'azione di 39 senatori del Paraguay, e consumato attraverso un processo politico pieno di irregolarità.

Il supposto impeachment è stato eseguito in 24 ore, con un regolamento fatto "su misura" per l'accusato, in violazione delle regole basilari del giusto processo e violando il diritto di difesa più elementare del Presidente costituzionale della Repubblica, Fernando Lugo (foto), cui sono state concesse solo 2 ore di tempo per presentare la sua difesa.

Tra le insolite accuse nei confronti del presidente Lugo sono inclusi temi come: la firma di un protocollo per la democrazia nel MERCOSUR; aver permesso un incontro di giovani in un'installazione militare ed essere responsabile della morte di persone in uno sgombero che nemmeno era stato richiesto dal governo, ma dalla magistratura. L'accusa ha dichiarato che non era necessario presentare le prove di queste accuse.

Così, un processo che aveva una condanna scritta fin dall'inizio, istigata dalla destra e dall'oligarchia del Paraguay che hanno sferrato un colpo alla democrazia in America Latina e nei Caraibi, ha usurpato il potere dalle mani di un presidente legittimato dal voto popolare.

Quest'azione ha portato il Paraguay alle vecchie pratiche politiche che si credevano superate e insediato un governo illegittimo.
I governi che compongono l'ALBA-TCP esprimono la più forte solidarietà con il presidente costituzionalmente eletto dal popolo del Paraguay, Fernando Lugo, e ribadiscono il sostegno al coraggioso popolo del Paraguay che è sceso nelle strade per protestare contro questa azione spregevole.

Le nazioni dell'ALBA non riconoscono il presidente de facto Federico Franco, eletto da 39 voti del senato paraguayano.
Infine, l'ALBA-TCP mette in guardia le nazioni del mondo su questa nuova forma di colpo di stato suppostamene istituzionale e parlamentare e che si sta attuando al fine di attaccare i processi di indipendenza e di integrazione dell'America Latina e dei Caraibi.


da http://www.aporrea.org/internacionales/n208245.html
Traduzione dallo spagnolo per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare


 

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.