Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi5972
mod_vvisit_counterUltima settimana141379
mod_vvisit_counterUltimo mese692007

«Basta con le provocazioni contro la Corea del Nord»

E-mail Stampa

L'invito alla mobilitazione dei compagni statunitensi dello IAC

Pubblichiamo di seguito il testo diffuso nei giorni scorsi dall'International Action Center. A seguire la petizione online dello stesso IAC.

Fermate subito le provocazioni militari e gli attacchi alla Repubblica Democratica Popolare di Corea!

Riconoscete le verità indiscutibili!

Firmate subito la petizione online all’amministrazione Obama e al Governo della Corea del Sud!

Pianificate proteste nei prossimi giorni per contrastare la crescente minaccia di guerra.

Dite all’amministrazione Obama ed al governo della Corea del Sud che vengano immediatamente interrotte le manovre militari congiunte Stati Uniti - Sud Corea contro la Repubblica Popolare Democratica di Corea, che vengano spostate le navi militari di entrambe i Paesi (USA e Sud Corea) compresa la portaerei George Washington, e finiscano le sanzioni sponsorizzate dagli USA contro la Rep Dem. Pop di Corea, si firmi subito un trattato di pace e si ponga fine allo stato di guerra che perdura dalla guerra di Corea ad oggi, con l’immediato ritiro dei 30.000 soldati USA che ancora occupano la Corea del Sud, affinché il popolo coreano possa liberamente decidere del proprio destino.

Questi sono i fatti indiscutibili:
Il 23 Novembre, il governo della Corea del Sud ha mobilitato 70.000 soldati per una settimana di manovre militari a ridosso del confine della Rep.Dem. Pop. Coreana(RDPC) . La RDPC ha riferito che queste manovre simulavano un'invasione del suo territorio.
Il dispiegamento dei mezzi militari è stato effettuato proprio a ridosso dei confini marittimi tra il Nord e il Sud. Questa area è un territorio conteso tra le due parti.

Il 23 Novembre alle ore 13 le forze armate Sud coreane hanno lanciato molte bombe nelle acque prospicienti il confine della RDPC. Questa è un’area che da tanto tempo rivendica come facente parte integrante del suo territorio. Questa rivendicazione era stata accettata dal precedente governo della Corea del Sud.
Un’ora e mezza più tardi, la RDPC reagisce a quello che è stato inteso come un attacco del suo territorio bombardando l’isola Sudcoreana di Yeonpyeong.

Ed ora gli Stati Uniti hanno reso pubblici piani per spedire laggiù la portaerei militare con armi nucleari USA George Washington e il contingente comprendente navi da guerra, cacciabombardieri e aerei da battaglia per partecipare ad una nuova provocazione sotto forma di manovra militare.

E’ urgente che tutti coloro che si battono per la pace e la giustizia organizzino proteste immediate nei prossimi giorni.

L’esercito USA ha partecipato a tutte le manovre della Corea del Sud, fin dalla guerra tra il 1950 e il ’53, ed ha occupato la Corea del Sud dalla fine della seconda guerra mondiale.

Perché i Media non si chiedono come mai gli Usa hanno orchestrato un massiccio dispiegamento di truppe, navi e aerei militari ai confini della RDPC?

E’ chiaro che la provocazione viene dal Governo USA e dal regime di destra sudcoreano, e non dalla RDPC.

Il regime di Lee Myung-bak ha mandato all’aria le prime azioni che riavvicinavano le due metà della Corea ed ha portato ad un incremento delle contestazioni reciproche.

Non si può dimenticare che l’imperialismo USA intraprese una orrenda guerra contro la rivoluzione coreana dal 1950 al 1953, che diede come risultato milioni di morti e una totale devastazione della penisola coreana.

Perciò per avere la pace nella penisola coreana, gli Stati Uniti dovrebbero smetterla di appoggiare le forze della destra espansionista del Sud, firmare un trattato di pace con il Nord (uno stato di guerra in corso da 57 anni!) e ritirare le sue truppe cosicché il popolo coreano possa decidere il proprio destino autonomamente.

Unisciti a noi nei prossimi giorni nelle manifestazioni di protesta contro i trattati e le sanzioni degli USA che hanno creato una miscela esplosiva in Asia. Perché finisca l’occupazione militare della Corea del Sud! Firmate un trattato di pace e ritirate le truppe!


IL TESTO DELLA PETIZIONE ONLINE stilato da IAC:

“Al Presidente Barack Obama, al Presidente Lee Myung-bak, al Segretario di Stato Hillary Clinton

CC: Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, ai membri della delegazione all’ONU, ai leaders del Congresso USA, ai membri della stampa e telecomunicazione.

- Fermate immediatamente le manovre militari congiunte USA – Sud Corea e le provocazioni militari alla RDPC (Repubblica Democratica Popolare di Corea) Nord Corea.

-Spostate le navi militari sud coreane e statunitensi! NON SPEDITE ALTRE NAVI MILITARI STATUNITENSI E AEREI MILITARI COMPRESA LA PORTAEREI GEORGE WASHINGTON!

-Ponete fine alle sanzioni contro la RDPC!

-Firmate una trattato di pace SUBITO per por fine allo stato di guerra permanente che dura da 57 anni, cioè fin dalla guerra di Corea!

-Ritirate i 30.000 soldati che ancora occupano la Corea del Sud, affinché il popolo coreano possa decidere liberamente del proprio destino.

E’ un fatto non discutibile che il 23 Novembre, il governo della Corea del Sud abbia mobilitato 70.000 soldati per una settimana di manovre militari ai confini della RDPC. La RDPC ha affermato che queste manovre simulavano una invasione del nord.

Alle 13,00 del 23 Novembre, l’esercito sud coreano ha lanciato molte bombe nelle acque prospicienti il confine con la RDPC. Questa è un’area che da tanto tempo rivendica come facente parte integrante del suo territorio. Questa rivendicazione è stata accettata dal precedente governo della Corea del Sud.

Un’ora e mezza più tardi, la RDPC reagisce a quello che è visto come un attacco del suo territorio bombardando l’isola Sudcoreana di Yeonpyeong.

Ed ora gli Stati Uniti hanno reso pubblici piani per spedire laggiù gli aerei militari con armi nucleari USS George Washington e il relativo battaglione comprendente navi da guerra, cacciabombardieri e aerei da battaglia per partecipare ad una nuova provocatoria manovra militare.

L’esercito USA ha partecipato a tutte le manovre della Corea del Sud, fin dalla guerra tra il 1950 e il ’53, ed ha occupato la Corea del Sud dalla fine della seconda guerra mondiale. E IL PERICOLO DI GUERRA STA CRESCENDO!

E’ chiaro che la provocazione ha avuto origine dal Governo USA e dal Governo sudcoreano del Presidente Lee Myung-bak.

Perciò per avere la pace nella penisola coreana gli Stati Uniti dovrebbero ritirare le truppe cosicché il popolo coreano possa decidere il proprio destino autonomamente.

Cordialmente, …………….”


da l'Ernesto Online
Traduzione di Nadia Schavecher

 

 

 

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home Secondo Fronte Corea «Basta con le provocazioni contro la Corea del Nord»

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.