Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi16290
mod_vvisit_counterUltima settimana129846
mod_vvisit_counterUltimo mese595683

Sinfonia di libertà. Le lotte armate di liberazione nell’India del Nord est

E-mail Stampa

 L’India è formalmente una repubblica federale formata da ventotto stati e sette territori amministrati dal governo centrale. Formalmente poiché dietro la facciata del federalismo la struttura statale resta brahaminica e centralista, ovvero caratterizzata dalla totale supremazia Hindù.

Sette di questi Stati si trovano nell’India del Nord Est, e vegono chiamati “Sette sorelle”. Essi sono: Arunachal Pradesh, Manipur, Meghalaya, Mizoram, Nagaland, Tripura, infine l’Assam.
Il 29 ottobre, proprio in Assam, la più grande e popolosa tra le “Sette sorelle”, una serie di attentati hanno investito la capitale, Gauhati e alcune delle provincie occidentali dello stato.
Le autorità ne hanno attribuito la paternità all’ULFA, il Fronte Unito di Liberazione dell’Assam (Asom per le popolazioni locali).
Questi attacchi sono l’ultimo atto di una lunga e sanguinosa guerra iniziata nel 1979, che oppone il movimento nazionalista alle truppe federali indiane.
L’India accusa l’ULFA di essere al servizio dei pakistani. Questa accusa, che si basa sul fatto che la maggioranza degli cittadini dell’Assam è di fede musulmana, è priva di fondamento.
Abbiamo incontrato alcuni simpatizzanti dell’ULFA in occasione del Mumbay Resistance Forum (che nel gennaio del 2004 si svolse in parallelo e in alternativa al World Social Forum e di cui come Campo eravamo tra i promotori), ed essi ci spiegarono che l’ULFA, fondato il 7 aprile del 1979, quando diede inizio alla lotta armata di liberazione, si batte per costruire un Assam indipendente e socialista, in cui tutte le minoranze nazionali, tribali e religiose, godano di uguali e pieni diritti. E in quanto socialista l’ULFA proclama quindi la necessità di abbattere ogni diseguaglianza, sia essa di classe o castale.
Migliaia sono i guerriglieri dell’ULFA caduti in combattimento uccisi dalle truppe speciali d’occupazione indiane (che non vanno troppo per il sottile e che sono appoggiate da efferati gruppi paramilitari filoindiani), centinaia i militanti in galera, in condizioni bestiali. Molti semplicemente desaparecidos.
Anche negli altri sei stati del Nord Est (Arunachal Pradesh, Manipur, Meghalaya, Mizoram, Nagaland e Tripura) esistono agguerriti movimenti di liberazione (vedi l’elenco più sotto). Le sigle sono decine ma tre le correnti principali: una islamica, una socialista la teraza tribalista. Ci sono stati nel tempo vari tentativi di unione (il più importante nell’Ottobre del 2002, quando una dozzina di organizzazioni fecero fronte comune e unirono le loro forze guerrigliere), ma la divisione resta un tratto saliente delle guerriglie del Nord est.
Ciò si spiega con le profonde differenze, non solo ideologiche, ma di natura etnico-nazionale, tribale, linquistica e religiosa. La regione delle “Sette sorelle” si caratterizza infatti per una incredibile biodiversità antropologica, sociale e culturale.  Significativo, ad esempio, che in questa regione l’indusimo sia minoritario, e che islam e cristianesimo siano le fedi più seguite. Per questo, accanto a movimenti nazionalisti socialisti o islamici (che sarebbe sbagliato considerare “fondamentalisti”) operano piccoli gruppi guerriglieri tribali, che funzionano come milizie di autodifesa comunitaria, ognuna gelosa della propria autonomia.
Sono legittime queste lotte di liberazione? Noi diciamo di sì. Sono legittime perché esse difendono minoranze nazionali e tribali oppresse ed emarginate, i cui diritti vengono riconosciuti solo sulla carta. Non è un caso che tutta la sinistra rivoluzionaria indiana, difenda questi movimenti, non solo contro la crudele repressione statale, ma pure contro le aggressioni, non solo verbali, dell’Hindutva, ovvero del variegato movimento politico revanchista che proclama la supremazia hindù e vorrebbe addirittura sancirlo a livello cosituzionale.


ORGANIZZAZIONI POLITICHE E GUERRIGLIERE ATTIVE NELLA REGIONE DELLE “SETTE SORELLE”*

Arunachal Pradesh
ADF Arunachal Dragon Force
NLFA National Liberation Front of Arunachal
UPVA United People's Volunteers of Arunachal

Assam

ULFA United Liberation Front of Asom
MLA Muslim Liberation Army
MLF Muslim Liberation Front
ILAA Islamic Liberation Army of Assam
AAASS All Assam Adivasi Suraksha Samiti
ACMF Adivasi Cobra Militant Force
ANCF Adivasi National Commando Force
ASF Adivasi Security Force
ATF Assam Tiger Force
BCF Birsa Commando Force
BVYLF Barak Valley Youth Liberation Force
BLTF Bodo Liberation Tiger Force
BTF Bengali Tiger Force
DHD Dima Halam Daoga
GNF Garo National Front
GTF Gorkha Tiger Force
HLAA Hindu Liberation Army of Assam
ISS Islamic Sevak Sangh
KLO Kamatapur Liberation Organisation
KNV Karbi National Volunteers
KPF Karbi People's Front
KRLO Koch-Rajbongshi Liberation Organisation
KRPF Koch Rajbongshi Protection Force
MLA Muslim Liberation Army
MLF Muslim Liberation Front
MLTA Muslim Liberation Tigers of Assam
MSCA Muslim Security Council of Assam
MSF Muslim Security Force
MTF Muslim Tiger Force
MULFA Muslim United Liberation Front of Assam
MULTA Muslim United Liberation Tigers of Assam
MVF Muslim Volunteer Force
NDFB Natinal Democratic Front of Bodoland
RMC Revolutionary Muslim Commandos
RNSF Rabha National Security Force
TLAA Tiwa Liberation Army of Assam
TNRF Tiwa National Revolutionary Force
ULMA United Liberation Militia of Assam
UMLFA United Muslim Liberation Front of Assam
UPDS United People's Democratic Solidarity

Manipur

CKRF Chin Kuki Revolutionary Front
HPC Hmar People's Convention
(Also known as HRF - Hmar Revolutionary Front)
HPC(D) Hmar People's Convention (Democratic)
IKL Iripak Kanba Lup
INF Islamic National Front
IPRA Indigenous People's Revolutionary Alliance
IRF Islamic Revolutionary Front
KCP Kangleipak Communist Party
KDF Kuki Defence Force
KIA Kuki Independent Army
KIF Kuki International Force
KKK Kangleipak Kanba Kanglup
KLF Kuki Liberation Front
KLO Kangleipak Liberation Organisation
KNA Kuki National Army
KNF(P) Kuki National Front (?)
KNV Kuki National Volunteers
KRF Kuki Revolutionary Front
KRPC Kom Rem People's Convention
KSF Kuki Security Force
KYKL(O) Kanglei Yawol Kanna Lup (Oken)
KYKL(T) Kanglei Yawol Kanna Lup (Toijamba)
MLTA Manipur Liberation Tiger Army
MPA Manipur People's Army
MPLF Manipur People's Liberation Front
(Unified platform of UNLF, PLA and PREPAK)
PLA Peoples' Liberation Army
PRA People's Republican Army
PREPAK People's Revolutionary Party of Kangleipak
PULF People's United Liberation Front
RPF Revolutionary People's Front
UKLF United Kuki Liberation Front
UNLF United National Liberation Front
ZRA Zomi Revolutionary Army
ZRV Zomi Revolutionary Volunteers

Meghalaya

ANVC Achik National Volunteers Council
HNLC Hynniewtrep National Liberation Council
PLF-M Peoples' Liberation Front of Meghalaya

Mizoram

BNLF Bru National Liberation Front
HRF Hmar Revolutionary Front

Nagaland

NNC Naga Nationalist Council
NSCN (IM) National Socialist Council of Nagalim (Isak-Muivah)
NSCN (KK) National Socialist Council of Nagalim (Khaplang-Kitovi)

Tripura

ATLO All Tripura Liberation Organisation
ATTF All Tripura Tiger Force
BMS Bangla Mukti Sena
BNCT Borok National Council of Tripura
NLFT National Liberation Front of Twipra
TATCF Tripura Armed Tribal Commando Force
TCF Tribal Commando Force
TLF Tripura Liberation Force
TLOF Tripura Liberation Organisation Front
TNA Tripura National Army
TPDF Tripura People's Democratic Front
TSV Tripura State Volunteers
TTDF Tripura Tribal Democratic Force
TTVF Tripura Tribal Volunteer Force
UBLF United Bengali Liberation Front

*Fonti: The Assam Tribune, The sentinel, The telegraph, The northeast daily

La Redazione

 

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home Secondo Fronte India Sinfonia di libertà. Le lotte armate di liberazione nell’India del Nord est

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.