Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi17102
mod_vvisit_counterUltima settimana105642
mod_vvisit_counterUltimo mese619062

Sahara Occidentale, anno 34

E-mail Stampa

Riprendiamo da http://www.rebelion.org*. Si va verso la ripresa della lotta armata da parte del Fronte Polisario?

Sahara Occidentale, anno 34.
di Mohamed Mahamud Embarec
5 gennaio 2008

Il 2009 è l’anno numero 34 di uno dei più vecchi conflitti del mondo, quello del Sahara Occidentale. Come consuetudine di certe zone del mondo, l’inizio del nuovo anno implica lo scambio di doni e la formulazione di speranze col desiderio di vederle concretizzarsi quanto prima.
Ma per il popolo Saharawi, quest’anno somiglia tristemente agli altri; l’esercito marocchino continua ad occupare il Sahara, la violazione dei diritti umani nei territori occupati è quotidiana, la comunità internazionale è indifferente, le condizioni di vita negli accampamenti sono sempre più dure e c’è il rischio della ripresa delle ostilità.

Leggi tutto...
 

Con la Resistenza di Gaza: ieri corteo a Perugia

E-mail Stampa

Il quadro delle manifestazioni del fine settimana

Si è svolta a Perugia, la mattina del 6 gennaio, una nuova manifestazione di solidarietà con la resistenza di Gaza (vedi foto).

Questa volta la manifestazione è stata promossa dalla comunità araba degli immigrati, in prima linea quella egiziana.

Quattrocento persone hanno sfilato da P.zza IV Novembre a P.zza Italia, gridando slogan molto combattivi contro Israele, contro gli USA e contro la guerra. Promossa in pochi giorni la manifestazione è stata un successo, visto anche il clima semi-polare e festaiolo. Oltre agli antimperialisti locali, presenti con lo striscione SIAMO TUTTI PALESTINESI, scritto in italiano e arabo, c’erano a titolo individuale altri compagni. Totalmente assente la sinistra istituzionale ma pure quella extra. 

Anche la cronaca di Perugia conferma il quadro generale delle manifestazioni fin qui svolte, la cui caratteristica più significativa è la partecipazione massiccia, come mai avvenuto finora, della comunità araba e palestinese in particolare. 

Leggi tutto...
 

Tanto fumo e poco arrosto

E-mail Stampa

La grande bufala sionista del promesso annientamento di Hamas

di Moreno Pasquinelli

Cito dalla edizione web del Corriere della sera del 6 gennaio: «WASHINGTON - Lo riconoscono anche gli israeliani. Hamas si sta rivelando un osso duro. I pesanti raid aerei l'hanno debilitata, hanno provocato la morte di dozzine di militanti (e di civili), hanno distrutto depositi e laboratori per razzi, ma i miliziani rispondono e continuano a minacciare con i missili le città israeliane.»  Un modo peloso per dire che l’esercito dei sionisti non ha il coraggio di portare l’attacco risolutivo alla Resistenza palestinese, che la potenza di quest’ultima è stata solo intaccata dai bombardamenti, che l’obbiettivo strombazzato ai quattro venti, stroncare Hamas, non è stato raggiunto, e non sarà raggiunto. Forse per questo, si vocifera in queste ore che Israele sia disposto al cessate il fuoco, non quindi perché Tsahal abbia ottenuto una vittoria sul campo, quanto perché sa bene che non riuscirà ad ottenerla.

Leggi tutto...
 

Russia. Inizia ora la vera era Putin?

E-mail Stampa

Lo tsunami finanziario fa traballare l’oligarcato capitalistico

di Dimitri Nilus

Fino ad oggi, la conduzione politica putiniana, così avversata dagli intellettuali americano - sionisti d’Occidente (i cui capofila strategici sono certamente H.B. Levy e Glucksmann, quello geofinanziario Soros e quello geopolitico Brezinskij), è stata caratterizzata, a nostro avviso, da tre fondamentali istanze, tra loro strettamente connesse:

Leggi tutto...
 

La verità capovolta

E-mail Stampa

I media in guerra con la stella di Davide

Il problema non è la menzogna, che da sempre convive con il potere, specie se in guerra. Il problema è la sua penetrazione, la sua pervasività, la sua capacità totalitaria di definire il rettangolo di gioco entro cui il dibattito è ammesso. Sbaglieremmo a pensare che oggi il problema si presenti uguale a ieri. Alla potenza delle bombe su Gaza – da 2 tonnellate, al fosforo, a frammentazione – corrisponde la potenza di fuoco del sistema mediatico. Le prime uccidono esseri umani, la seconda mira a distruggere ogni coscienza, ogni capacità critica nel mondo occidentale.

Leggi tutto...
 

Un mondo post – americano?

E-mail Stampa

Un mondo post – americano?
La situazione internazionale dopo l’ascesa di Barack Obama*

Proprio a causa della crisi sistemica in cui è precipitato il capitalismo americano - che avrà effetti profondi e di lungo periodo per tutto il sistema di relazioni internazionali - il neo - eletto Barack Obama non potrà lasciare in secondo piano la politica estera. Malgrado nell’ultimo scorcio del XX secolo un pugno di nuovi stati siano assurti al rango di nazioni imperialistiche incipienti o sub - imperialisiche, gli Stati Uniti restano la sola potenza onnidimensionale, ovvero rappresentano la prima potenza mondiale nei campi militare, industriale, agricolo, culturale e tecno - scientifico e finanziario. Essi vorranno mantenere ad ogni costo questa supremazia e cercheranno di spalmare e scaricare i costi della crisi sul resto del mondo, per questo esso sta entrando in un periodo storico di massima instabilità che potrebbe sfociare in un periodo storico di guerra guerreggiata estesa, prolungata e pluridimensionale.

Leggi tutto...
 

Stress da guerra:i sionisti italici si insultano fra loro

E-mail Stampa

Il Manifesto del 4 gennaio, a pagina 4, riporta una notizia che la dice lunga sulla visione della guerra propria dei sionisti, così totalizzante da impregnare la vita quotidiana e da generare nervosismi e malintesi tra loro stessi, anche nel caso di chi non è neppure minimante implicato in attività di combattimento.

L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI) tramite il suo presidente Gattegna ha comunicato di aver messo a disposizione trecentomila euro in medicinali, di cui duecentomila destinati ai civili di Gaza e centomila a quelli residenti nelle città del sud di Israele colpite dai razzi di Hamas. Medicinali che il 5 gennaio, cioè oggi, dovrebbero esser consegnati al ministro Frattini.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 557 di 584

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.