Siria

Siria: l’iniziativa diplomatica di Teheran

«Cessate il fuoco di tre mesi e dialogo tra governo e oppositori siriani non-violenti» Mentre in Siria la guerra civile divampa più forte, con l’arretramento dei ribelli ad Aleppo e nuovi violenti scontri nella capitale, va segnalata l’iniziativa diplomatica intrapresa dall’Iran, culminata nella conferenza che si è tenuta a Teheran giovedì scorso.

I protagonisti del Campo Antimperialista 2012: (2) Haytham Manna

Ad Assisi il più importante incontro internazionale dell’anno Haytham Manna è il rappresentante all’estero del “Comitato nazionale di coordinamento per il cambiamento democratico” (NBC) e come tale è uno dei personaggi più in vista e autorevoli della sinistra siriana, nonché dell’ala anti-imperialista del movimento democratico popolare.

Perché il crollo di Assad è imminente

Il Movimento Popolare contro l’ingerenza straniera e la guerra civile settariaParla Salameh KailehSalameh Kaileh (foto) è uno scrittore siro-palestinese, un attivista politico e intellettuale marxista, esponente della Coalizione Siriana di Sinistra.

«Per una soluzione politica della crisi siriana»

L’Appello di RomaTra i firmatari Haitam Manna e Michel Kilo che saranno ospiti del Campo di Assisi Riuniti a Roma presso la Comunità di Sant’Egidio, noi appartenenti a diversi gruppi dell’opposizione democratica siriana, attiva sia all’interno che all’esterno del paese, rivolgiamo questo appello al popolo siriano, a tutte le parti coinvolte e alla Comunità internazionale.

L’Iran pronto ad ospitare il negoziato tra Assad e le opposizioni

Adesso Bashar al-Assad, dall’alto della sua fortezza presidenziale, sulle alture di Damasco, può senz’altro vedere le colonne di fumo che si alzano dai quartieri della periferia meridionale della capitale. Si tratta della cosiddetta “Cintura della miseria”, un ammasso di quartieri venuti su negli ultimi anni, gonfiatisi con l’immigrazione sregolata e di massa dalla campagna — […]

Siria-Turchia: quali sviluppi?

Si aggrava la tensione tra Turchia e Siria. L’abbattimento del caccia turco – un incidente secondo Damasco – consente ad Ankara di appellarsi all’articolo 4 della Nato. Se un’azione diretta contro la Siria – sul modello libico per intenderci – è per ora esclusa, resta il fatto che questo episodio favorisce senz’altro le forze che […]

Inchiesta sui gruppi armati dell’opposizione siriana (seconda parte)

La divisione tra i ribelli sul futuro della rivolta Fonti dell’opposizione siriana concordano sul fatto che le tre maggiori formazioni armate dei ribelli attive nel paese sono la Brigata Rijal Allah (Brigata degli Uomini di Dio), il Battaglione Khalid Ibn al-Walid, e il Battaglione al-Farouq.

Inchiesta sui gruppi armati dell’opposizione siriana (parte prima)*

Al-al-Radeef Thawri, «La Riserva Rivoluzionaria» I nostri lettori conoscono la nostra posizione sulle vicende siriane: porre fine alla guerra civile, sostenere il dialogo per un effettivo cambiamento democratico, impedire ogni intervento e ingerenza imperialista, istituire un’assemblea costituente per una Siria libera e socialista. In particolare noi sosteniamo l’ala antimperialista e di sinistra della rivolta popolare […]

Siria: «Perché esco dal Campo antimperialista»

Con la limpida onestà intellettuale che lo distingue, e dopo circa un anno di contrasti in merito alle controverse “primavere arabe”, Giulio ha deciso di rompere gli indugi e di uscire dal Campo. Una scelta sofferta, come vedrà chi legge, quanto lo è stata la sua permanenza nell’organizzazione nell’ultimo periodo. Il dissenso, Giulio, lo aveva […]