Terra di Palestina

Appello urgente: a Gaza un assedio di fuoco in luogo del cessate il fuoco

Azioni fortemente necessarie, dato il severo controllo dei confini….Pazienti che continuano a morire e un pedaggio di 313 morti mentre non c’è uscita, medicine insufficienti….Decine di migliaia di profughi….Ricostruzione non permessa…..Povertà estrema e disoccupazione che paralizzano la vita……La libertà di movimento è un tabù…

Alleanza anomala? Non proprio

Si erano già commentati i risultati delle elezioni politiche israeliane, evidenziando due possibilità per la formazione di un governo: unità nazionale; coalizione fra Likud ed estrema destra.I media di oggi indicano che si sta profilando un’alleanza inedita e anomala, per cui è probabile una coalizione di governo fra Likud, il partito razzista laico Ysrael Beitanu, […]

Ahmad Sa’adat trasferito nella prigione di Asqelon in regime di isolamento

Il 18 marzo Ahmad Sa’adat è stato improvvisamente trasferito dalla prigione di Hadarim a quella di Asqelon, dove viene tenuto in regime di isolamento. Ahmad Sa’adat, come altri 11.000 prigionieri palestinesi, viene ripetutamente soggetto al regime di isolamento e a misure punitive su ordine del regime israeliano. Sa’adat è anche continuamente trasferito da una prigione all’altra […]

La ricostruzione di Gaza

La Resistenza palestinese perderà la guerra dopo aver vinto la battaglia? di Moreno Pasquinelli Si chiamano indennizzi di guerra. Parliamo dei risarcimenti che uno Stato aggressore deve a quello aggredito a causa delle distruzioni che gli ha inflitto. Israele, anche in questo caso, può farla franca. Con la scusa dei petardi lanciati dai palestinesi, meglio […]

Il Fronte Popolare e la soluzione dei due stati

Il FPLP afferma che l’appartenenza all’OLP non significa l’accettazione della “soluzione dei due stati” *   Il FPLP non accetta la “soluzione dei due stati” come obiettivo finale per il popolo palestinese o per la causa palestinese, ma vede come fine strategico la liberazione di tutta la Palestina, ha dichiarato il compagno Marwan Fahoum, “Abu […]

Per gli arabi resta estremamente difficile protestare in Israele!

Samieh Jabbarin è stato scarcerato e messo agli arresti domiciliari. Samieh Jabbarin e Ibrahim Mahajne sono stati scarcerati dopo 16 giorni (dal 10 febbraio, giorno delle elezioni del parlamento israeliano, al 26 febbraio). Restano però agli arresti domiciliari, particolarmente restrittivi, nelle case dei loro genitori a Um el Fahm.

Sharm el Sheik, l’ennesima passerella di facce di bronzo

Brevi puntualizzazioni sul summit “per la ricostruzione di Gaza” , con l’ultima parola a Khaled Meshaal intervistato dall’Espresso Ieri, 2 marzo, a Sharm el Sheik è andata in onda l’ennesima passerella sulla Palestina. Più precisamente questa volta i sapienti governanti e ministri degli esteri si sono seduti al capezzale della Striscia di Gaza, prima fiaccata […]

Le ferite di Gaza e le nuove armi

Il dottor Ghassan Abu Sittah ed il dottor Swee Ang, due chirurghi inglesi, sono riusciti a raggiungere Gaza durante l’invasione israeliana. In questo articolo descrivono le loro esperienze, condividono le loro opinioni e ne traggono le inevitabili conseguenze: la popolazione di Gaza è estremamente vulnerabile e totalmente inerme davanti ad un eventuale attacco israeliano.

Lettera da una prigione israeliana

Prigione di Jelemeh, metà febbraio 2009 Compagni, noi di Abnaa el Balad abbiamo sempre contestato le pretese democratiche dell’entità d’occupazione sionista. Per decenni, col massimo impegno ci siamo dedicati a denunciare la sua maschera fasulla tra le nostre masse arabe palestinesi. Ma la maggioranza di esse è caduta vittima dell’inganno politico che le ha convinte […]

Abnaa el Balad condanna l’arresto politico del compagno Samieh Jabbarin

Appello alla solidarietà internazionale.   Il 10 febbraio, giorno delle elezioni per il parlamento israeliano, l’evoluzione manifestamente razzista dello stato di Israele verso le masse arabe palestinesi ha raggiunto un livello ulteriore. Uno dei leader più violenti e manifestamente razzista della gentaglia della pazza destra israeliana, Baruch Marzel, è stato nominato dal comitato nazionale elettorale […]