Gran Bretagna

Perché la Brexit fa paura a lorsignori

Più sotto un articolo di Wolfgang Munchau sul Financial Times Le conseguenze politiche, ben più di quelle economiche, preoccupano le oligarchie euroatlantiche. Ma per evitare la Brexit hanno bisogno di spaventare il popolo. Ecco allora il terrorismo economico, accompagnato dal catastrofismo d’accatto tipico di chi è senza argomenti.

Brexit: l’arrampicata sugli specchi di Zizek e Varoufakis per dire no all’uscita dall’UE

Il sostegno al «peccatore segretamente maledetto» di Zizek e l’inno al masochismo dell’ex ministro greco Da tenere bene a mente. Due delle icone di una certa sinistra europea – il filosofo sloveno Slavoj Zizek e l’economista greco Yanis Varoufakis – se fossero inglesi farebbero la croce sul Remain per tenere la Gran Bretagna nell’Unione Europea.

Brexit in vantaggio?

Due sondaggi, pubblicati ieri dal Guardian, danno in testa l’uscita dall’UE 52 a 48 Lorsignori sembravano sicuri. Dalla loro parte la City, le grandi banche d’affari dei due lati dell’Atlantico, Obama, la confindustria europea, il G7. E, naturalmente, l’oligarchia di Bruxelles al gran completo. Potenze in grado di influenzare fortemente il voto, con i loro […]

Brexit? Yes, why not?

Manca più di un mese al referendum che deciderà sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Unione, ma la classe politica (non solo quella inglese, fino a ieri celebrata per il suo mitologico aplomb) è già piombata in un’agitazione frenetica.

L’utile Jeremy

Brexit: il soccorso di Corbyn ad un Cameron in difficoltà La notizia è vecchia di qualche giorno, ma merita comunque un commento.Dopo la City, le grandi banche d’affari, la confindustria europea ed il G20, è arrivato lui: Jeremy Corbyn. Il suo no alla Brexit non è una novità, i toni usati invece sì.

Brexit… e l’articolo 11

Gli europeisti sembrano molto contenti del fatto che si sia raggiunto un accordo tra il governo britannico e l’UE e che, sulla base di questo accordo, sembri al momento nei sondaggi che vincerebbe l’opzione della permanenza nell’UE nel referendum sull’ipotesi Brexit.

La sinistra britannica per l’uscita dall’Unione Europea

Il Labour di Corbyn è invece per il SI’, insieme a Cameron, alla confindustria, alla City ed alle grandi banche d’affari americane… Il 17 febbraio scorso, mentre David Cameron si recava a Bruxelles per negoziare la permanenza della Gran Bretagna nella Unione europea, su THE GUARDIAN appariva un appello per l’uscita sottoscritto da importanti intellettuali di […]

Brexit at the door

Il vertice dei primi ministri dell’Unione europea ha discusso ieri, anzitutto, su come sventare l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. Si è concluso con un accordo che, per quanto abborracciato, consente in effetti a David Cameron di cantare vittoria.

Chi finanzia l’anti-Brexit?

Goldman Sachs, Jp Morgan e Morgan Stanley: ecco gli amici dell’Europa!Giusto per togliersi qualche sassolino dalle scarpe Ecco una notizia gustosa e succulenta. Una di quelle che ci parla del mondo reale. Che, come dovrebbe esser noto, è distante mille miglia dalle credenze degli euro-grulli del «più Europa». Ma anche da quelle dei dietrologi che […]