Italia

Spread: ecco come disinnescare la bomba

Torniamo sull’articolo ECCO L’USCITA DALL’EURO di Moreno Pasquinelli.L’articolo chiosava un “singolare” intervento di Giavazzi e Alesina. I due famigerati liberisti ammettevano che il governo giallo-verde avrebbe la maniera per realizzare le misure contemplate nel “contratto” e proteggersi dall’attacco della finanza speculativa:

A proposito di bufale (imperialiste)

Vito Petrocelli, presidente Commissione Esteri del Senato (M5S): ben venga inchiesta sulle fake news, ma partiamo da quelle che sono servite a giustificare le guerre imperialiste (nella foto Colin Powell mostra all’ONU le false prove sulle inesistenti “armi di distruzione di massa” irachene)

Frittata piddina a Moncalieri

L’ondata mediatica sul “razzismo” finita nel ridicolo del lanciatore di uova targato Pd Solo i cretini potevano non rendersi conto della strumentalità antigovernativa della campagna mediatica sul “razzismo”. Ora, dopo i fatti di Moncalieri, vedremo se qualcuno aprirà gli occhi.

Ecco l’uscita dall’euro

Le sorprendenti affermazioni di Giavazzi e Alesina Giavazzi e Alesina sono due vecchie conoscenze per chi si sia occupato, soprattutto dopo l’arrivo della grande crisi, di economia e di politiche di austerità. Il Giavazzi è un liberista a tutto tondo, seguace di Milton Friedmann. Sostenne quindi a spada tratta l’abolizione dell’Art. 18, poiché “avrebbe fornito una spinta […]

A chi conviene spaccare l’alleanza M5S-Lega?

Silvio Berlusconi — la bestia nera di tutti i “progressisti” che si fan dare la linea dalla conventicola de la repubblica —, ha definito il governo M5s-Lega “il più a sinistra della storia”. Affermazione categorica che, dato il pulpito, deve far riflettere.

Rai, una buona notizia: Marcello Foa presidente

L’élite è letteralmente imbufalita. Non s’aspettavano, da Salvini e Di Maio un tale strappo. Mentre Fabrizio Salini diventa amministratore delegato, il giornalista Marcello Foa [nella foto] è stato designato come presidente della RAI.

EE: Elettoralismo Estremista

«Coazione a ripetere»: l’interessante caso di Rifondazione Comunista Ragazzi, stavolta spacchiamo il mondo! Ma, mi raccomando, con prudenza che intanto ci sono l’europee. E’ questo il succo della risoluzione approvata dal Comitato Politico Nazionale (Cpn) del Prc il 15 luglio scorso. Un testo che suscita financo una certa tenerezza.

Dove porta il «né né»

A proposito di un articolo di Domenico Moro e Fabio Nobile A sinistra non tutti hanno portato il cervello all’ammasso. Qualche giorno fa abbiamo segnalato, ad esempio, un intervento di Gianpasquale Santomassimo totalmente critico verso ogni ipotesi di union sacrée antifascista. Una prospettiva giustamente respinta anche in un recente articolo di Domenico Moro e Fabio […]

Il cavallo di Tria

Prima del previsto…«Tutta colpa di Giovanni Tria — sostengono — se per la quarta volta slitta la nomina dei vertici di Cassa depositi e prestiti. Se il cosiddetto “Decreto dignità” perde pezzi. Se non si riuscirà a mettere nella prossima Legge di bilancio né la flat tax né il Reddito di cittadinanza. L’assedio di M5s […]

Salvini ha ragione, Boeri a casa!

Contro il “decreto Dignità”, siccome pone dei limiti alla precarizzazione del lavoro che viene avanti da decenni, la borghesia tuona e minaccia sfracelli. Lorsignori (Confidustria, Pd, Forza Italia…) dopo aver sostenuto politiche austeritarie che hanno causato milioni di disoccupati, strillano che detto decreto… causerebbe la perdita di 80 mila posti di lavoro in dieci anni.