Ucraina

La posta in gioco

La posta in gioco

La propaganda è assordante, la ragione è oscurata. Inutile soffermarsi sui mille esempi che ce lo dimostrano. Basta accendere la tv, sfogliare qualsivoglia giornale, per averne la riprova in ogni minuto di queste tetre giornate di guerra. Inutile, seppur doveroso, anche il mostrare l’ipocrisia ed il doppiopesismo della politica e dei media occidentali. In Ucraina […]

La prima settimana di guerra

La prima settimana di guerra

CONSIDERAZIONI SULLA PRIMA SETTIMANA DI OSTILITA’ IN UCRAINA Consultando varie analisi e seguendo le fonti d’agenzia che mi sono parse più equilibrate, mi sono fatto un’idea abbastanza verisimile, per quanto congetturale, della situazione sul campo. Lo schema operativo russo è un esempio da manuale di guerra di manovra, molto somigliante alla campagna sovietica in Manciuria […]

Ucraina. l’attacco lo lanciò la NATO otto anni fa

Ucraina. l’attacco lo lanciò la NATO otto anni fa

“La commissaria Ursula von der Leyen ha annunciato che la Ue mette al bando l’agenzia di stampa russa Sputnik e il canale Russia Today così che «non possano più diffondere le loro menzogne per giustificare la guerra di Putin con la loro disinformazione tossica in Europa». La Ue instaura così ufficialmente l’orwelliano Ministero della Verità, […]

La NATO è colpevole: ecco le prove (2)

La NATO è colpevole: ecco le prove (2)

Politicanti venduti e giornalisti furfanti continuano a sostenere che “l’ingresso dell’Ucraina nella NATO non è mai stato in agenda”. Giorni addietro abbiamo dimostrato, citando atti e incontri ufficiali che risalgono al Vertice di Bucarest del 2008, che l’adesione era invece programmata e annunciata. Dopo il colpo di stato di Euromaidan del 2014 il processo di integrazione […]

Sull’orlo dell’abisso

Sull’orlo dell’abisso

NEL DONBASS NON CI SONO BAMBINI CHE ABBRACCIANO PIANGENDO LE BAMBOLINE, E NEMMENO VECCHIETTE CHE ATTRAVERSANO PENOSAMENTE LA STRADA… … così come non ce n’erano né la traccia né l’ombra, una manciata di anni o di mesi fa e anche adesso, né a Gaza, né a Beirut, né a Belgrado, né a Kabul, né a […]

La NATO è colpevole: ecco le prove

La NATO è colpevole: ecco le prove

Abbiamo scritto e ribadiamo con forza che la vera responsabile della guerra in corso è la triade Stati Uniti-NATO-Unione Europea. Colpevole è la loro insolenza, la loro smania imperialistica, la loro strategia di accerchiamento della Russia. Scioltisi l’Unione Sovietica e il Patto di Varsavia, lungi dallo sciogliersi, la NATO ha incorporato quasi tutti i paesi […]

In difesa di Putin

In difesa di Putin

Ai tempi dell’invasione della Cecoslovacchia (agosto 1968) chiesero ad un militante comunista di provata fede staliniana: “Sei filosovietico anche adesso?”. La secca risposta fu: “Togli il “filo”!”. Mi è venuta in mente questa storiella davanti alla velenosa campagna di denigrazione ai danni di Putin portata avanti dalla centrale strategica della disinformazione. Eh sì, poiché questa […]

Che guerra è questa?

Che guerra è questa?

Scriviamo mentre le agenzie battono la notizia dell’attacco dell’esercito russo all’Ucraina. Le lacrime di coccodrillo dei leader del blocco NATO, il baccano dei media occidentali, non spostano di una virgola le vere cause del conflitto e la soluzione per disinnescarlo — ben indicate nell’essenziale nel comunicato di Liberiamo l’Italia.  Che la situazione volgesse al peggio era […]

Per la pace la soluzione c’è

Per la pace la soluzione c’è

Ogni nazione ha il dovere di rispettare l’indipendenza altrui, ma possiede anche il diritto di proteggersi dall’eventuale minaccia di accerchiamento da parte di potenze apertamente ostili. Ha ragione la Russia a sentirsi minacciata dalla NATO? La risposta è sì. Venendo meno alla solenne promessa fatta da Bush a Gorbaciov nel 1991 che la NATO si […]

Alla Mogherini piace l’ucraino

Vergognosa lettera della ministra degli esteri UE: ma chi se ne frega dei diritti delle minoranze linguistiche, l’importante è non disturbare il governo nazistoide di Kiev! Di seguito un articolo sulla questione, con la traduzione dei passaggi più significativi della lettera inviata al ministro degli Esteri polacco.