Visioni del Mondo

Ottobre 1912, quando gli italiani non amavano l’acqua

Un testo che non ha bisogno di commentiCon il pensiero all’Italia di oggi ed al mondo di domani, pubblichiamo questo testo del 1912 che non ha davvero bisogno di commenti. Mentre invitiamo tutti a leggerlo ed a diffonderlo, ringraziamo Nicoletta Bernardi che ce lo ha fatto pervenire. “Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.Non […]

Testi scomodi

Si sa che i “grandi” media, quelli italiani in particolare, quando vogliono dar voce alle posizioni critiche espresse da voci ebraiche della Diaspora o dall’interno stesso d’Israele nei confronti di Gerusalemme, si rivolgono in genere alla venerata trimurti composta da Abraham Yehoshua, Amos Oz e David Grossman, tre “colombe pacifiste” celebri per il loro appoggio […]

Questo post è riservato esclusivamente a lettori razzisti

A seguire pubblichiamo una significativa riflessione che, in questi tristi tempi di rinvii all’inferno e norme anti uomo, sottolinea la differenza che passa fra un paese tollerante e un paese indifferente.   Questo post è riservato esclusivamente a lettori razzisti In memoria del defunto articolo 3 della Costituzione italiana.E’ stato semplice amarti, impossibile dimenticarti.

Lacrime di coccodrillo

Abruzzo-Iraq-Afghanistan-Gaza…   “Ci ha presi la curiosità di sapere (…) se, in una parola, le lacrime che si piangono in basso possano far piangere come quelle che si piangono in alto.”        E. e J. De Goncourt in “Germinie Lacerteux”

Dilemmi morali e promesse non mantenute

Un bilancio storico-filosofico del movimento non-violento di Domenico Losurdo  1. Guerra, rivoluzione e «serietà del negativo» Soprattutto in Germania  un clima festoso accompagnò lo scoppio della prima guerra mondiale: le foto ci consegnano l’immagine di giovani che corrono ad arruolarsi con l’entusiasmo col quale si va incontro ad un appuntamento erotico.

Al di là della ragione scientifica

Caro Giulio,ho letto la tua risposta al mio precedente scritto ed è con vero piacere che ho preso atto che la distanza tra le nostre posizioni teoriche è, almeno su diversi punti, decisamente minore di quanto il nostro primo confronto non lasciasse pensare.

Il gene altruista

In occasione del secondo centenario della nascita del grande Darwin, che ricorre quest’ anno, mi sembra utile criticare il concetto largamente corrente di “gene egoista”; concetto che, posto a titolo di un fortunato libro del biologo Richard Dawkins, mi pare emblematico della torsione ideologica reazionaria alla quale la fondamentale scoperta scientifica darwiniana della selezione naturale […]

Per un razionalismo integrale

Risposta al compagno Sergio Starace di Giulio Bonali   Caro Sergio,mi fa davvero piacere discutere con te (e spero con altri compagni) delle questioni della scienza, della tecnica e del loro rapporto con l’ organizzazione sociale dominante e con la lotta per un suo superamento rivoluzionario.

Scienza, Etica e Psiche

“Avevo trascorso gran tempo nello studio delle scienze esatte , ma la scarsa comunicazione che vi si può avere con gli uomini me ne aveva disgustato. Quando. cominciai lo studio dell’uomo, capii che quelle scienze esatte non si addicono all’uomo, e che mi sviavo di più dalla mia condizione con l’approfondire lo studio che gli […]

Scienza e tecnologia oggi: quale etica per il futuro

Pubblichiamo questo interessante articolo di Angelo Baracca sui fondamenti etici della scienza, auspicando l’apertura di un dibattito su questo tema cruciale.   Scienza e tecnologia oggi: quale etica per il futuro Angelo BaraccaDipartimento di Fisica, Università di Firenze; Comitato “Scienziate e Scienziati Contro la Guerra”  «L’intelligenza superiore è un errore dell’evoluzione, incapace di sopravvivere per […]