Catalogna: la posizione di P101

(1) Si riconosce in linea di principio il diritto di ogni nazione storica alla autodeterminazione; (2) questo riconoscimento non implica tuttavia il sostegno a priori alla secessione, che dipende invece da concreti fattori politici (che natura avrà il nuovo eventuale stato? quale sarà il suo posizionamento geopolitico, ecc.);

Hamas: riconciliazione o capitolazione?

Come noto, Hamas ha accettato di cedere il governo di Gaza all’ANP. Dieci anni di assedio israeliano (ma pure egiziano) hanno dato i loro frutti. Il formale passaggio dei poteri è stato sancito ieri con l’arrivo del premier palestinese Rami Hamdallah nella Striscia. Ufficialmente si parla di una “riconciliazione” tra le fazioni palestinesi, che dovrebbe […]

2 ottobre in Catalogna

Otto note sintetiche sul referendum di ieri Ci sarà tempo per riflettere più a fondo sui possibili sviluppi della crisi catalana. Intanto però il referendum è alle nostre spalle e alcune cose già le possiamo dire.

I Curdi, un’arma di destabilizzazione di massa di Washington in Medio Oriente

In questi ultimi tempi ci siamo occupati più volte della questione curda: dal ruolo curdo in Siria, alle possibili conseguenze del referendum nel Kurdistan iracheno. Evidente come l’imperialismo ed il sionismo stiano strumentalizzando la causa curda per i propri fini. Si tratta di una questione assai intricata che merita di essere approfondita. Utile in questo […]

Elezioni 2018: unica lista dei sinistrati?

Eccoli qui i sinistrati, in un bel quadretto di famiglia. La foto è stata scattata il 23 settembre scorso a Reggio Emilia, nell’ambito del festival di Sinistra Italiana. In ordine partendo da sinistra: Pippo Civati (Possibile), Pierluigi Bersani (Articolo 1 MDP), Nicola Fratoianni (Sinistra Italiana), Tomaso Montanari (Brancaccio), Maurizio  Acerbo (Prc).

Ipocrisia atomica

Il 19 settembre scorso, subito dopo il discorso di morte e distruzione fatto da Trump, presidente di un impero impazzito dove la gente si difende dagli uragani sparando, l’Onu ha aperto la firma sul trattato di messa al bando delle armi nucleari che impegna chi lo sottoscrive a non produrre, possedere, usare o minacciare di […]

Il Kurdistan iracheno dopo la vittoria indipendentista

Cosa succederà adesso nel Kurdistan iracheno? Secondo alcuni osservatori non succederà nulla, dato che il referendum doveva servire anzitutto a tenere in piedi il corrotto regime di Barzani. In realtà è difficile che tutto possa continuare come se niente fosse. Non solo l’Iraq non riconosce l’indipendenza, ma pure Turchia ed Iran sembrano pronte all’azione. Ma […]

L’unica cosa certa

Coalizioni o car pooling? A proposito della nuova proposta di legge elettorale targata Renzi-Berlusconi Andrà davvero in porto l’ennesimo raggiro sulla legge elettorale congegnato dalla collaudata coppia formata dal Buffone di Arcore e dal Bomba di Rignano?

Elezioni in Germania: noi non vomitiamo

Il significato della sberla tedesca.E per fortuna che era svanito il fantasma del “populismo”. L’avevamo detto che quella di Macron era una vittoria di Pirro.

Il guerrafondaio

Il gravissimo intervento di Trump all’ONU non ha avuto la giusta rilevanza. Mai si era vista in quella sede tanta aggressività. Il capo della Casa Bianca ha minacciato di distruggere la Corea del Nord, ha promesso un regime change all’Iran (assurdamente accusato di terrorismo), nonché al Venezuela. Solo propaganda per rinsaldare il blocco che lo […]