L’ultimo crimine americano: ucciso il generale Soleimani

L’ultimo crimine americano: ucciso il generale Soleimani

Non c’è bisogno di condividere ogni passo della politica estera regionale della Repubblica Islamica dell’Iran per condannare fermamente il micidiale attacco missilistico con cui gli Stati Uniti hanno ucciso questa mattina in Iraq il generale Qassem Soleimani, capo del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie (Forza Gerusalemme), vicinissimo alla Guida suprema Ali Khamenei.   Con Soleimani è […]

Sanzioni: la divisione nel campo sciita

Tehran tradita da Baghdad respinge Al Abadi al mittente Il premier iracheno si è detto disposto ad attuare le sanzioni americane contro l’Iran. Dietro la sua dichiarazione un insieme di fattori, soprattutto economici. Il passo di al Abadi (foto) potrebbe rivelarsi un pericoloso boomerang

Il gioco pesante di Riyadh

Che la decapitazione dello sceicco sciita Nimr al Nimr avrebbe avuto conseguenze pesanti nei rapporti tra Arabia Saudita ed Iran era una previsione fin troppo facile. Chiara la volontà saudita di accendere un altro fuoco per far saltare gli attuali rapporti tra Teheran e Washington. Da questo punto di vista, la mossa di Riyadh ricorda […]

Khamenei: «Un Medioriente senza armi nucleari»

Qual è l’attuale visione politica dell’Iran? Qual è il suo modo di porsi di fronte alle minacce americane e sioniste? Qual è la sua collocazione geopolitica? Per inquadrare al meglio queste questioni ci sembra utile la lettura del discorso dell’Ayatollah Seyyed Alì Khamenei, pronunciato in occasione dell’inaugurazione del 16esimo vertice dei paesi Non Allineati.

Iran: hanno perso gli imperialisti

Sulle elezioni del 2 marzo Con la pistola occidentale puntata alla tempia, oltre il 65% dei 52 milioni di iraniani aventi diritto al voto, si sono recati alle urne il 2 marzo scorso, per eleggere i 290 membri del Majlis, il Parlamento.

Iran – «Passeremo la linea rossa di Obama»

Breve resoconto della quinta conferenza di sostegno all’Intifada (prima parte) dai nostri inviati – Tehran, 3 ottobre Invitati dagli organizzatori, di buon grado abbiamo accettato l’invito a partecipare alla Quinta Conferenza internazionale di sostegno all’Intifada palestinese, svoltasi sotto il patrocinio delle autorità della Repubblica Islamica dell’Iran e, in particolare del suo Parlamento.