Una notizia buona, una cattiva

Prima la buona notizia. L’amico Luciano Barra Caracciolo è sottosegretario alle Politiche europee di palazzo Chigi. Affiancherà dunque la Presidenza del Consiglio dei ministri. Quella cattiva: Alberto Bagnai è stato tenuto fuori dalla compagine governativa.Di buon auspicio la prima, un brutto presagio la seconda.

Bagnai con la Lega: un giorno triste

Non condivido quanto scrive l’amico Sergio Cesaratto, che non solo si “complimenta” con Bagnai per la sua scelta di candidarsi con la Lega di Salvini ma gli si augura “un grande successo”. Non nascondo anzi la mia tristezza. E non ci consola per niente il fatto che noi, già nel 2013, avessimo previsto che Bagnai […]

Salvini, uno Tsipras al quadrato

A proposito di finti sovranisti… «Darei l’ultima possibilità all’Europa di cambiare tutti i Trattati che riguardano l’agricoltura, la pesca, le banche, il commercio, il turismo l’immigrazione. O l’Europa cambia e ha un senso continuare a pagarla, oppure gli italiani debbono tornare a fare gli italiani, per la moneta vale lo stesso discorso».

Dove va la Lega Nord di Matteo Salvini?

Le agenzie battono la notizia che Matteo Salvini incontrerà presto Silvio Berlusconi. Facile immaginare l’oggetto dell’incontro. Avremo un’altra puntata della stucchevole telenovela della “ricostruzione del centro-destra”, questa volta magari con Stefano Parisi leader il quale, pare, ha ricevuto l’incoronazione del Cavaliere.Come andrà a finire?

Alberto Bagnai: un contro j’accuse

Oggi, 2 novembre, i cattolici celebrano i morti. Che noi ci si debba occupare di nuovo di Alberto Bagnai è un fatto del tutto accidentale. O forse no.