Brexit? Yes, why not?

Manca più di un mese al referendum che deciderà sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Unione, ma la classe politica (non solo quella inglese, fino a ieri celebrata per il suo mitologico aplomb) è già piombata in un’agitazione frenetica.

Il guerrafondaio

Come e più del suo paranoico predecessore: il discorso dell’11 settembre di Obama è parso quello di un esaltato. Un presidente che reagisce al caos provocato dalle guerre americane con la minaccia di una nuova guerra. Questa volta senza confini. Bersaglio dichiarato: l’Isis. Obiettivi non dichiarati: svariati stati mediorientali, a partire da Siria ed Iraq, […]