Uno schifo di «motivazioni»

«Quanto è costituzionale la Corte Costituzionale?». Questo l’incipit del mio commento alla sentenza della Consulta del 25 gennaio scorso sull’Italicum. «Uno schifo di sentenza» scrivemmo due settimane fa. Altri preferirono invece un giudizio sostanzialmente positivo sulle decisione della Corte, ma su costoro è stato già scritto l’essenziale.

Legge elettorale: proviamo a fare chiarezza

Molti ci chiedono cosa accadrà adesso con la legge elettorale. Sul tema la confusione è pari soltanto alla chiacchiera in politichese che gli ruota attorno. Conviene perciò provare a fare chiarezza, anche al fine di sostenere l’unica linea efficace contro l’attuale tentativo di surplace delle èlite: andare subito alle elezioni.

Tanto tuonò che (non) piovve

Come previsto: macché Consulta, macché parlamento, la sorte dell’Italicum verrà decisa dal referendum Dunque l’equinozio d’autunno non ha portato alcuna tempesta politica. Alla Camera la mozione di Sinistra Italiana, votata anche da M5S che ha poi raccolto 74 voti a sostegno della sua proposta di legge, non ha avuto alcun effetto. Mentre anche la destra […]

Doppio turno: la Legge Truffa ora è completata

Ma i giochi non sono per niente fatti: i costituzionalisti bocciano il Renzusconellum ed il sistema politico (vedi le dimissioni di Cuperlo) fibrilla. E’ questo il momento di lavorare alla mobilitazione democratica: la legge truffa non deve passare, questo parlamento delegittimato se ne deve andare, per nuove elezioni con il proporzionale

Gli asfaltori (della Costituzione)

Il duo Renzusconi se ne infischia della sentenza della Consulta e confeziona un ri-porcellum peggiorato. Una legge elettorale mostruosa, antidemocratica e castale. E, per giunta (il bamboccione Renzi se ne sarà accorto?), tagliata su misura sulle esigenze del blocco berlusconiano.