Sette punti per una lettura delle elezioni nazionali austriache

1. La mobilitazione identitaria contro gli immigrati quale leva principale per poter garantire una maggioranza al regime neoliberale2. Il declino del Partito Sociademocratico in quanto partito dei lavoratori è stato bloccato grazie ai voti dei Verdi3. Un FPÖ moderato come appendice (quasi) dell’ÖVP4. Il fenomeno Kurz come bolla mediatica5. Il sistema politico resta sostanzialmente stabile6. […]

Austria: la valanga reazionaria e le sue cause

Elezioni presidenziali: lavoratori di destra contro borghesia di sinistra?Sulla perdita di consenso del regime neoliberale Il primo turno delle elezioni presidenziali è stato, nelle dimensioni in cui è avvenuto, uno shock inaspettato per la Grande Coalizione di governo composta da socialdemocratici (SPÖ, Partito Socialdemocratico d’Austria) e democristiani (ÖVP, Partito Popolare Austriaco).