Scarcerate i tre studenti libici!

Conferenza stampa – lunedì 27 giugno, ore 16,30 Presso la Consulta degli immigrati, Via Imbriani, 2 – Perugia Giornalisti, operatori dell’informazione e cittadini sono invitati a partecipareSaranno presenti i legali Il 28 maggio venivano arrestati a Perugia due studenti libici. Il Gip, pur non avendo convalidato i fermi emessi a carico dei due, li ha […]

Giustizia internazionale, la lunga mano di Washington

Tre domande a Danilo Zolo Il tema della «giustizia internazionale» viene utilizzato sempre più spesso come strumento della politica imperialista. Il caso della Libia ne è una dimostrazione lampante. Sul ruolo della Corte penale internazionale, Danilo Zolo (foto) ci ha inviato questa sua breve ma chiarissima intervista all’ISPI  (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale), […]

I ribelli libici e Israele

L’aggressione della Nato alla Libia continua. Nel silenzio generale dell’occidente si consumano crimini sempre più grandi. L’articolo che pubblichiamo oggi, scritto dal giornalista palestinese Abd al-Bari Atwan, mostra come l’iniziale simpatia di tanta parte del mondo arabo per i ribelli si è ormai rovesciata nell’aperta denuncia delle scelte politiche filo-imperialiste di questi ultimi. Il fatto […]

Miseria delle cosiddette democrazie occidentali

Più killer che combattenti: la crisi dell’occidente vista attraverso le forme della guerra ANSA 6 maggio 2011 ore 11,24: “Tel Aviv, 6 mag. Sull’esempio dell’uccisione di Osama Bin Laden, e confortato dalle reazioni favorevoli della comunità internazione, Israele potrebbe colpire il leader degli Hezbollah Hassan Nasrallah. Lo dice l’ex capo dell’intelligence militare Aharon Zeevi-Farkash. «Non […]

“Dalla parte di Gheddafi”

Reportage di viaggio Pubblichiamo qui sotto un ampio stralcio del resoconto di viaggio in Libia che Paolo Sensini ha fatto nelle zone controllate dai lealisti a metà aprile. Un documento interessante malgrado il Sensini abbia sposato in tutto e per tutto la causa del clan Gheddafi, e quindi la sua teoria che la rivolta di […]

Libia: la guerra minore dell’imperialismo

Ad un mese dall’attacco occidentale la situazione resta confusa. Allo stallo sul terreno si somma l’incertezza sugli obiettivi degli aggressori: vogliono controllare la Libia, ma non sanno ancora come Tutto ebbe inizio la sera del 15 febbraio scorso, quando a Bengasi, sull’onda delle rivolte che nel frattempo avevano portato alla cacciata di Mubarak e Ben […]

Siria: la causa antimperialista ha bisogno del popolo

I diritti democratici rafforzeranno la rivoluzione araba La Siria resta il solo regime arabo che conserva alcuni tratti antimperialisti: due casi emblematici sono il suo sostegno ad Hezbollah e lo spazio politico che offre al movimento di resistenza palestinese. Tuttavia, irrigidendo i suoi poteri assoluti e dinastici, Bashar al-Assad non aiuta la causa antimperialista. Al […]

2 aprile: in piazza contro l’aggressione NATO e l’interventismo umanitario

Non sarà una grande manifestazione, quella di domani, indetta per dire no all’aggressione imperialistica contro la Libia. Non ci vuole molto a capire che se è vero che gran parte dell’opinione pubblica italiana è contraria alla guerra, in quella di sinistra (quella che ha sempre costituito lo zoccolo duro delle mobilitazioni per la pace), prevale […]

Verso il quarto errore?

L’appello di un anarchico libico «Dopo il primo errore, aver militarizzato la rivoluzione popolare, stiamo commettendo il secondo errore, l’istituzione di una nuova dirigenza o di figuri che provengono dai resti del regime libico della Jamahiriya. Ed il nostro terzo errore si sta realizzando inevitabilmente: chiedere aiuto ai nostri nemici. Spero solo che non commetteremo anche un quarto errore: […]

Perché l’Occidente è intervenuto in Libia

Il punto di vista di un intellettuale arabo Qui sotto l’analisi della vicenda libica che esprime, grosso modo, l’opinione di quella che potremmo chiamare “borghesia progressista”, quello strato sociale venuto crescendo nel mondo arabo nell’ultimo trentennio. Una classe che ha sostenuto le sollevazioni popolari ancora in corso nella speranza dichiarata di sbarazzarsi dei tiranni locali […]