A Gaza le cose non possono non cambiare

«A Gaza le cose non possono non cambiare». E’ questo il titolo dell’articolo che vi proponiamo di seguito. E l’assoluta necessità del cambiamento, l’esigenza di uscire da tanti anni di assedio, è certamente la prima ragione della resistenza inaspettata incontrata dai sionisti aggressori.

Il fango di “Repubblica”

Cronaca dello schifo: il quotidiano sionista di De Benedetti tenta di infangare la memoria di Vittorio Arrigoni Non c’é limite al peggio.Pensi che alla redazione di “Repubblica” abbiano toccato il fondo coi “pezzi di…” a firma Guido Rampoldi (quello che ‘le donne afghane ci implorano di continuare a occupare l’Afghanistan’), Fabio Scuto (quello che ‘I […]