Perché ha vinto il Front National

“Una nuova fase di crisi nella zona euro già da settembre“. Intervista a Jacques Sapir (nella foto) D. Con il Fronte Nazionale di Marine Le Pen che è divenuto il primo partito del paese con un programma che chiede chiaramente l’uscita del paese dall’euro, è dalla Francia che è arrivato il messaggio più forte a […]

Il voto francese

Le elezioni amministrative di domenica in Francia forniscono alcune indicazioni assai importanti, segnando in primo luogo la disfatta del Partito socialista di Hollande. Di seguito pubblichiamo un articolo di Claudio Martini, incentrato sul successo dell’estrema destra del Front National (FN). Un’analisi, la sua, largamente condivisibile. Tuttavia, per completezza, è giusto sottolineare anche il risultato ottenuto […]

Tsipras: “Per non sprecare un’occasione”

La candidatura di Alexis Tsipras alle prossime elezioni europee ha suscitato, come era auspicabile, un’affollata discussione all’interno di ciò che resta della sinistra radicale. Peccato che la discussione verta quasi solo su questioni secondarie e dia per scontata la questione più importante, ossia quella della presunta riformabilità dell’Unione europea.

Mussolini e l’euro

Questione nazionale e «internazionalismo» «Il Duce spinse l’Italia a scelte folli pur di renderla degna di assidersi al banchetto coloniale insieme con i popoli superiori del Nord Europa. Chissà perché, ma questo complesso d’inferiorità del Duce ricorda molto una decisione assurda come aderire alla moneta unica pur di non rimanere esclusi dal “paradiso” europeo». 

Che fare dell’Euro?

Apriamo un dibattito sull’euro e sull’UE (1 – Mimmo Porcaro) Ormai, a dispetto dei tanti sinistrati ancora intenti a leccarsi le ferite, il dibattito sull’euro (e di conseguenza sull’Unione Europea) non è più un tabù. L’europeismo a prescindere è ormai in piena crisi, il che non vuol però dire che toglierà il disturbo presto e […]

La zavorra dell’euro «forte»

A proposito di svalutazione e di uno studio di Morgan Stanley L’euro forte, cioè germano-centrico, altro non è che una pesante zavorra per le economie dell’Europa meridionale. A dirlo non siamo solo noi, ma organismi e personaggi di ben altro orientamento.

Mali: cronologia di un conflitto (fino a ieri) dimenticato

Torneremo quanto prima sulla situazione in Mali. A seguire la cronologia degli eventi dell’ultimo anno.Gennaio 2012: l’esercito maliano scatena un’offensiva nel nord del paese contro la minoranza Tuareg, guidata dal MNLA (Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad) che rivendica l’autodeterminazione. Accanto al MNLA combatte l’organizzazione islamista Ansar Eddine. L’offensiva si risolve in un fiasco. Il Presidente […]

Europa: fine di partita?

“Più di ogni altra cosa, sarà necessario procedere allo smantellamento dell’euro”. Il processo definito “costruzione europea”, con la situazione di stallo che si è venuta a creare sulla pianificazione di bilancio dell’Unione europea per gli anni 2014-2020, e in secondo luogo per il bilancio 2013, sta subendo un triplice fallimento: economico, politico e simbolico.

L’implosione programmata del sistema europeo

Samir Amin: «Non vedo come sia possibile evitare di “uscire dall’euro” attraverso il ripristino della sovranità monetaria degli Stati europei» Sotto la parte finale di un articolo che comparirà integralmente su MarxVentuno in corso di pubblicazione.

Hollande, un altro social-liberista

Un articolo di Joseph Halevi sulla finanziaria francese Dedicato a quella «sinistra» italiana che già pretendeva di contrapporre la politica dell’inquilino dell’Eliseo – «colui che ha tassato i ricchi» – agli altri governi liberisti d’Europa.