Il cane da guardia

Il golpista al Sisi, in visita a Roma, si propone come il carceriere del popolo palestinese per conto di Israele. Non solo: c’è anche la sua richiesta di «completare la missione della Nato in Libia»

Qui qualcuno ha perso la testa

L’illuminante caso di Sherif El SebaieA Pechino il carro armato non sparò, al Cairo sì. Ma lo sdegno di ieri è pari solo all’indifferenza di oggi. Ismailia, 16 agosto. Un uomo, un manifestante palesemente disarmato, si para davanti ad un carro armato. Pochi attimi e viene colpito a morte. C’è bisogno di commenti ad un […]

Morsi: faraone o rivoluzionario?

Contributo sul rapporto fra avanguardia rivoluzionaria e anima popolare Per l’avanguardia Morsi è un controrivoluzionario che sta portando il paese indietro, verso un regime modello Mubarak in salsa islamica. Al contrario per importanti settori delle grandi e spesso passive masse egli è il garante della rivoluzione. Le proteste contro i segnali autoritari di Morsi tendono […]

L’Egitto è pronto per una terza piazza Tahrir

Le forze favorevoli alla rivoluzione hanno ottenuto quasi la metà dei voti, ma sono state tagliate fuori dalla corsa per la presidenza Se le elezioni del 23/24 maggio si fossero svolte in un sistema parlamentare proporzionale le forze favorevoli a piazza Tahrir, con circa il 40% dell’elettorato dietro di loro, sarebbero emerse come le forze […]

Il testo integrale dell’Accordo tra Hamas e al-Fatah

Presentiamo ai lettori il testo integrale dell’Accordo sottoscritto il 27 aprile scorso tra HAMAS e al-Fatah. Non è la prima volta che i due movimenti cercano di sanare le ferite della spaccatura e degli scontri seguiti alla imprevista vittoria elettorale di HAMAS nelle elezioni palestinesi del 2006. Precedenti Accordi furono sottoscritti, il primo nel marzo […]

Nel girone dei dannati

Non appena scoppiata la rivolta in Egitto abbiamo espresso, ai nostri amici di Kifaya, la volontà di inviare un compagno dall’Europa, non solo per vedere da vicino quella grande sollevazione, anche per capire come le diverse forze dell’opposizione, tra cui quelle di sinistra, stessero lavorando, nonché per scambiarsi delle opinioni. Infine per consolidare le relazioni […]