La Tempesta del 1991, il terremoto e il gobbo di Notre Dame

  E’ probabile che gli USA, alla fine del febbraio 1991 al termine dell’aggressione all’Iraq battezzata “Tempesta nel Deserto”, abbiano sganciato una bomba nucleare di 5 chilotoni o comunque un ordigno non convenzionale fra la città di Bassora e il confine con l’Iran, cioè nel sud del Paese. Perno dell’inchiesta è la testimonianza di Jim […]

Sud dell’Iraq: ritiro ma non troppo.

Il primo ministro iracheno Al Maliki ha chiesto il ritiro delle truppe britanniche dal sud del paese (El Paìs 13.10.2008): ritiene che non sono più necessarie per il mantenimento della sicurezza nella regione e che pertanto occorre voltare pagina.

Che gli eventi georgiani siano un buon auspicio per mettere la museruola agli Stati Uniti!

 Dichiarazione Partito Socialista Arabo Baath3 settembre 2008 In nome di Dio il Compassionevole il MisericordiosoPartito Socialista Arabo Baath – Una naziona araba, con una missione eterna: Unità, Libertà, Socialismo La nostra nazione araba saluta le masse arabe! Quando il leader martire Saddam Hussei ha annunciato, dopo che trenta paesi invasero l’Iraq nel 1991, che la […]

IRAQ: NIDA’, L’APPELLO

Comitato internazionale di solidarietà con i prigionieri e i detenuti nelle carceri americane «Nel febbraio 2003 è stato udito fragoroso il ruggito di protesta di milioni di persone nel mondo contro la decisione di muovere guerra all’Iraq. Essi si rendevano conto che la pace non si ottiene con la distruzione, la guerra e lo scontro […]

IRAQ: LA RESA DEI CONTI NEL CAMPO SHIITA

La «SAHWA» che gli americani non avrebbero mai desiderato E’ un fatto indiscutibile che la nuova battaglia scoppiata a Bassora il 25 marzo (e poi estesasi a tutto il sud e il centro del paese fin nel cuore di Baghdad — e che sta continuando malgrado la tregua formale dichiarata il 30 marzo) l’ha voluta, […]