Domenica in piazza a Roma per Julian Assange

Domenica in piazza a Roma per Julian Assange

IN DIFESA DI JULIAN ASSANGE IN DIFESA DELLA LIBERTÀ DI STAMPA  Il Campo Antimperialista aderisce al flashmob che si svolgerà Domenica 23 febbraio a Roma in Piazza del Popolo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 promosso dal Gruppo Italiani per Assange QUESTO IL TESTO DI CONVOCAZIONE… «Per sensibilizzare i cittadini sulla richiesta che si alza […]

Julian Assange: diamogli l’asilo politico

Era nell’aria, sin da quando il Presidente dell’Ecuador aveva annunciato che l’ambasciata in Regno Unito non avrebbe dato più protezione ad Assange. Ieri è stato tratto in arresto, col rischio che la magistratura inglese lo consegni agli Stati Uniti, dove lo aspetta una dura e interminabile detenzione.

Proteggere Julian Assange!

Dal giugno 2012 l’antimperialista Julian Assange è rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador nel Regno Unito. Il nuovo presidente dell’Ecuador Lenin Moreno, contro la decisione del presidente precedente Rafel Correa, avrebbe deciso di consegnare il fondatore di Wikileaks agli Stati Uniti. Un atto gravissimo vista la durissima condanna che gli sarebbe inflitta dalla “giustizia” USA. Volentieri pubblichiamo questo articolo […]

Con l’Ecuador che ha saputo dire no

Manifestiamo in ogni modo la solidarietà con il governo ed il popolo ecuadoregno Dunque il piccolo Ecuador ha osato sfidare la Gran Bretagna e, soprattutto, gli Stati Uniti, dove Julian Assange sarebbe certo finito (con il rischio di una pesante condanna per «spionaggio») se il coraggioso governo di Quito non gli avesse concesso l’asilo politico.

Wikileaks: Israele niente?

Assange stipulò un patto segreto con Israele? “Il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che Israele ha giocato d’anticipo per limitare i danni provocati dalle rivelazioni di Wikileaks, aggiungendo che “nessun documento segreto d’Israele è stato reso pubblico da Wikileaks”. (Haaretz) In tanti difendono a spada tratta Julian Assange, dipingendolo come un eroe del “giornalismo d’inchiesta”, uno […]

I segreti di Pulcinella

Wikileaks e la minestra riscaldata Preceduti da un’abilissima campagna di promozione pubblicitaria sono quindi filtrati i primi “file segreti” estorti al Dipartimento di Stato e al Pentagono nordamericani – o forse fatti circolare ad arte da qualche loro cricca. Doveva essere un cataclisma e invece l’impressione che ne traggo può essere così sintetizzata: “la montagna […]