Il testamento politico-filosofico di Costanzo Preve

Diamo un titolo molto impegnativo a questa lettera del giugno 2009 di Preve ad un amico francese. Impegnativo ma non sbagliato. Dopo il 2009 Preve continuò, malgrado la malattia, la sua indomita battaglia teorica e filosofica — fino alla sua ultima fatica: Una nuova storia alternativa della filosofia. Il cammino ontologico-sociale della filosofia —, ma questa […]

Il farsesco “3 gennaio 1925” di Matteo Renzi

Fatte le debite proporzioni – perfino il timorato Cuperlo gli ha detto di non avere la statura del leader, ma solo l’arroganza del capo – il Renzi di questi giorni ricorda per certi aspetti il Mussolini del famoso discorso del 3 gennaio 1925, quello in cui rivendicava apertamente ogni malefatta del fascismo.

Diritti civili: la situazione è tragica ma non è seria

Secondo intervento di Moreno Pasquinelli sulla questione dei diritti civili (il primo potete leggerlo QUI). «L’uomo è misura di tutte le cose, di quelle che sono in quanto sono e di quelle che non sono in quanto non sono». [Protagora, in Platone, Teeteto]

Il Marx che piace tanto ai borghesi, e quello che non piace a noi

Contro l’apologia del progresso capitalisticoIn risposta a Giuseppe Bedeschi Il Corriere della Sera del 3 giugno ha ospitato, in quella che era la Terza pagina, un intervento di Giuseppe Bedeschi (foto) dal titolo programmatico: «Aveva ragione Karl Marx. I veri rivoluzionari sono i borghesi». Prima di sentire i suoi argomenti, vale la pena ricordare chi sia […]