Il passo falso di Podemos

Nella foto Pablo Iglesias stringe la mano a Pedro Sanchez, segretario dei socialisti spagnoli dopo la defenestrazione di Mariano Rajoy, primo ministro del corrotto Partito Popolare. E’ il 1 giugno, il parlamento spagnolo approva la “mozione di sfiducia” contro il governo di Mariano Rajoy con 180 voti a favore, 169 contro e una astensione.

La Catalogna, la Spagna e l’Unione Europea

Il conflitto tra Catalogna e Stato spagnolo nel contesto dell’Unione europea.Presentiamo ai lettori il testo della densa relazione svolta da Diosdado Toledano il 1° settembre scorso al Forum Internazionale organizzato dalla Confederazione per la Liberazione Nazionale – CLN. [1] Un testo fortemente critico della prospettiva secessionista catalana. Diosdado è membro del coordinamento generale di Cataluña […]

Spagna: il bipartitismo arretra ma resiste, l’alternativa però avanza

«La politica consiste in una dura e prolungatapenetrazione per mezzo di una tenace resistenza, e questo richiede, allo stesso tempo, passione e temperanza.E’ certamente vero, e la storia lo dimostra,che in questo mondo non sarà mai raggiunto il possibilese non si tende ripetutamente all’impossibile».Max Weber

Elezioni in Spagna: come volevasi dimostrare

I risultati definitivi (in voti ed in seggi) delle elezioni regionali e comunali svoltesi ieri in Spagna non sono ancora disponibili, tuttavia il quadro è più che chiaro: crollo della destra del Partito Popolare del Primo ministro Rajoy, forte avanzata di Podemos.

La ley mordaza

Spagna: l’autoritarismo ai tempi della Troika Il parlamento spagnolo approva la contestatissima ley mordaza. Una legge che rischia di trasformare il paese in uno “stato di polizia”, con il beneplacito di governo e neoliberisti.

La tempesta è già qui

Euro: la sentenza è stata emessa si attende l’esecuzione Ho iniziato a scrivere quest’articolo subito dopo il crollo degli scambi borsistici di venerdì 20 luglio, che com’è noto si muovono in maniera inversa agli interessi sui titoli di Stato, anzitutto spagnoli e italiani. Segno dell’inestricabile connessione tra i debiti sovrani e quelli bancari. Da almeno […]

Dopo la Spagna l’Italia – Lo tsunami è in arrivo

Dalle elezioni greche al vertice europeo del 28 giugno. La porta è stretta Il momento è drammatico. Gli eurocrati non demordono. Pur di salvare l’euro, e con esso la loro dittatura, dopo che sono fallite tutte le cartucce, hanno in mente di usare l’ultima arma letale a loro disposizione: seppellire le nazioni, espropriare i popoli […]

Ben fatto Signora Kirchner!

Cose che capitano alla SpagnaL’Argentina nazionalizza Repsol E così l’Argentina ha nazionalizzato la società petrolifera Repsol. Sono cose che capitano. Non sono addentro alla vicenda, non mi intendo di diritto internazionale, non posso attribuire torti e ragioni, ma il mio affettuoso pensiero va in questo momento al premier Mariano Rajoy.

Poco «Compact» e molto «Fiscal»

I pesanti scricchiolii europei nel giorno della firma del nuovo trattato, il più folle di tutti Formalmente un successo: venerdì scorso, 25 Paesi della Ue su 27 hanno firmato il Fiscal Compact, il nuovo trattato – il più folle di tutti  – sui bilanci statali dell’Unione. Praticamente un mezzo disastro: Spagna e Olanda hanno annunciato […]