Macron, il “salvatore”

Il Presidente francese è stato salutato come il salvatore del “centro” politico, il baluardo contro gli estremismi … anche se taglia le tasse ai ricchi, attacca i diritti dei lavoratori e demonizza i rifugiati.

Ballottaggio francese: appello di Pardem all’astensione

Torneremo presto sulle ultime mosse della Marine Le Pen. Anzitutto l’affermazione secondo cui “l’uscita dall’euro non è una priorità”, quindi la contestuale alleanza con il conservatore gollista Nicolas Dupont-Aignan (Debout la France, DLF). Il segnale è evidente: la Le Pen, allo scopo di tranquilizzare …”i mercati”, volta le spalle all’elettorato di Mélenchon per girarsi dalla […]

Apologia di Mélenchon

A proposito del ballottaggio del 7 maggio “Francia, i mercati già festeggiano Macron” (Il Corriere della Sera); “I mercati puntano su Macron” (il Sole 24 Ore); “After French Vote, Mainstream Europe Breathes a Sigh of Relief” (The New York Times): così gli organi del capitalismo globale festeggiano lo scampato pericolo: dopo l’elezione di Trump, la […]

Francia: ballottaggio tra Le Pen e Melenchon?

Non condividiamo ogni posizione di J. Sapir. Egli è tuttavia un gigante del pensiero politico francese se si pensa alla mediocrità generale e al generale servilismo della maggior parte dei politicanti francesi verso le classi dominanti globaliste ed euriste. Qui Sapir fa una previsione controcorrente sulle prossime elezioni presidenziali: ballottaggio tra il Fronte nazionale e […]

Marine Le Pen: ordoliberismo o keynesismo?

“Se una cosa sembra una papera, cammina come una papera e fa qua-qua, probabilmente è proprio una papera”. Suscitò critiche, due anni fa, il mio articolo del gennaio 2014: «CHE COS’È IL FRONT NATIONAL DI MARINE LE PEN (dedicato a quelli che la dicotomia destra-sinistra non c’è più)».

Il Front National contro Nuit Debout (come volevasi dimostrare)

Non sono pochi i “sovranisti” italiani che simpatizzano per il Fronte Nazionale di Marine Le Pen. Non si tratta solo dei salviniani. Ci sono, ad esempio, quelli che dicono “Non m’importa chi ci farà uscire dall’euro”, o coloro che dicono che la dicotomia destra-sinistra è morta e sepolta. Su quale sia la natura politica reazionaria del […]

Francia: il 2017 è lontano

E’ andata come previsto. Il voto “contro”, esaltato dal sistema elettorale a doppio turno, ha assicurato una grigia vittoria ai “repubblicani” ed ai loro alleati. E’ un voto che mette in luce i limiti dell’avanzata del Front National, che conferma un notevole spostamento a destra dell’elettorato francese, che mostra un Paese assai confuso circa le […]

Da Parigi a Caracas: quando la reazione avanza…

Caracas. Fuochi d’artificio, petardi, grida di soddisfazione: è un’esplosione di gioia che ha salutato i risultati delle elezioni parlamentari nella capitale Caracas. I sondaggi non hanno sbagliato. Dopo sedici anni di vittorie ininterrotte, il Partito Socialista Unificato del Venezuela (PSUV) ha subito una pesante legnata elettorale, consegnando all’opposizione la maggioranza parlamentare.

Il clima (funesto) di Parigi

La Francia che amiamo e quella sciovinista che detestiamo Giorni addietro denunciavamo lo Stato d’emergenza votato all’unanimità dal Parlamento francese [Il socialfascismo avanza]. Hollande, cogliendo al volo il pretesto fornitogli dai vili attacchi armati compiuti a Parigi il 13 novembre, ha di fatto sospeso lo Stato di diritto a favore di uno Stato di polizia, […]