La “prova del nove”

Diciamola tutta: ci son rimasti male. Ma come sarebbe stato bello poter dire che nulla cambia, che nulla può cambiare. La signora TINA (There is no alternative) ha tanti spasimanti, più di quel che si crede. Amata nei salotti buoni, non spiace neppure ai massimalisti di ogni risma. Per i primi è una polizza sulla […]

Perché questo mortorio sociale?

Su quali fattori deve basarsi la linea di condotta dei rivoluzionari? Prendo lo spunto da discussioni avute con compagni e amici accomunati da un rifiuto radicale dell’esistente, come dal disprezzo per il sistema e le élite che detengono il monopolio assoluto dei poteri. Si tratta di persone molto diverse fra di loro, per livelli di […]

La droga di Draghi

Faranno tutto il possibile, ma non sarà abbastanza Con due fave i mercati finanziari si vedono serviti su un piatto d’argento tre appetitosi piccioni. Il combinato disposto tra l’annuncio della Bce e la decisione della Fed di un terzo Quantitative easing (Qe) ha allontanato l’incipiente tempesta finanziaria, ha probabilmente assicurato la rielezione di Obama, ed […]

Quell’americanata della MMT (seconda parte)

Una teoria economica imperialistica?La Modern Money Theory o il mito della Cornucopia (seconda parte) «Potevamo andare al summit di Rimini a dire queste cose? Meglio di no.  E comunque non sarebbe stato possibile, visto che il Barnard l’ha organizzato alla stregua di un simposio di sacerdoti gnostici, quasi si trattasse di un rito per seguaci o […]

Quell’americanata della MMT

La Modern Money Theory o il mito della Cornucopia (prima parte) “Se una cosa sembra una papera, cammina come una papera e fa qua-qua, probabilmente è proprio una papera”. L’economia, l’abbiamo detto in passato, è sempre economia politica.