Tanto tuonò che piovve

«Se ne vadano tutti!» e un bel «vaffa!» all’Europa. Una formula semplice e probabilmente vincente. Dunque il cerino si è consumato del tutto. Con le dimissioni dei berluscones il classico giochetto del teatrino bipolare italiano, durato addirittura due mesi interi, è giunto al termine. Chi si è scottato le dita? Secondo i più, il solo […]

Cul de sac

La crisi senza fine di una classe dirigente che può fare ancora molti danni D’accordo, Ruby non era la nipote di Mubarak. Ma chi si era rifiutato di crederlo, ora crede invece alla sincerità di Alfano sul caso kazako. Come cambiano i tempi! E in quanto poco tempo essi mutano! Con questo suo  ravvedimento operoso […]

La funzione dell’euro nelle parole dei suoi architetti

C’è chi ancora pensa che la moneta sia uno strumento neutrale e non invece un mezzo fondamentale di politica economica. E c’è chi ancora pensa che l’euro, nelle intenzioni di chi l’ha imposto, era un’idea “nobile”. Niente di più sbagliato.

L’allegra brigata degli europeisti anti-tasse

Sogni e realtà del governo Letta il nipote(con alcune annotazioni sul DEF che oggi arriva in parlamento) Puntuali come le piogge di primavera, le prime capocciate le hanno già battute. E sono arrivate dall’amata Europa. Per la quale si deve soffrire, sempre essendo disponibili a morire, come esplicitato nel titolo di un libro del 1997 […]

Che bestia è?

Un governo che somiglia tanto ad un Monti bis Il governo Letta (il nipote) è nato. Ma che governo è? Non è un «governo di scopo», dato che (almeno all’apparenza) non ha limiti né temporali, né programmatici. Non è (almeno nelle intenzioni) un governicchio «balneare», nato solo per prendere tempo. Che sia un governissimo è […]

Enrico Letta (cattivo presagio)

Napolitano ha dunque dato l’incarico a Enrico Letta (di Gianni Nipote). Nessuna sorpresa. Personalità gradita a Berlusconi, che ha fatto valere il suo potere d’interdizione. Quel che più conta è che egli è un politico gradito al mondo della grande finanza, italiana e globale. Eurista di ferro.

Golpista fino in fondo

L’accanimento terapeutico di Napolitano, lo sbando di una classe dirigente alla frutta, il M5S e il cambio di passo necessario Il piccolo golpista del Colle ha colpito di nuovo. Non ancora pago dei disastri combinati con l’insediamento a Palazzo Chigi del Quisling al 10% (di consensi), ha ritenuto di ripetersi in coda al suo settennato.

Piano A o piano B?

L’incertezza del blocco dominante: mettere l’Italia in stand by o passare subito al piano B? Hanno chiesto agli italiani se erano disposti a continuare a dissanguarsi per l’euro. La risposta è stata: no, grazie. Il succo dei risultati elettorali è tutto qui, in queste diciannove parole molto semplici. Non c’è bisogno di complesse analisi per […]

Sì, questa volta festeggiamo

Gli euristi in minoranza e la fine della seconda repubblica Sì, diciamolo subito: stasera per la prima volta possiamo festeggiare un risultato elettorale. Vediamo il perché, per grandi linee ed in maniera sintetica, pur mancando ancora i risultati definitivi.

La bomba scoppierà

Nuova fase, nuovi compiti – Intervista a Moreno Pasquinelli (a cura di sollevAzione) «Era ora che scoppiasse la bomba, una bomba che mentre porterà il lutto nel blocco dominante, causerà un’ondata di gioia e di esultanza per milioni e milioni di cittadini italiani. Noi condivideremo questa felicità, che sarà di buon auspicio, che darà al […]