Ora Renzi è più vulnerabile

Cosa è cambiato con il voto del 31 maggioProblemi in arrivo nella maggioranza di governo? Diciamolo subito a scanso di equivoci: le elezioni regionali hanno senza dubbio indebolito il capo del governo, ma il suo progetto autoritario è tutt’altro che sconfitto. Un anno fa, immediatamente dopo le elezioni europee, criticammo (vedi La resistibile ascesa di […]

Viva il NeoCiD!

Il caso Lupi e la liquefazione di Ncd Ncd. Non possiamo farci nulla: quell’acronimo ci ha sempre ricordato un insetticida, mai un partito. E neppure un partitello o un partituncolo. Al confronto il vecchio Ccd, che pure ci faceva venire in mente un compact disk un po’ allungato, ci fa la figura di un gigante. […]

L’imbroglio di Montecitorio

Il “riconoscimento” della Palestina (che non c’è) e gli applausi di Israele (che ci sono, e scroscianti) Che un governo di imbroglioni produca un imbroglio è cosa abbastanza normale. Che imbrogliare sia l’attività prediletta della grande maggioranza dei parlamentari, idem. Ma generalmente costoro sono soliti eccellere in imbrogli più caserecci, tipo le leggine ad personam […]

Verso un governo di minoranza

La principale conseguenza delle ultime vicende politiche La spaccatura del Pdl, la lotta intestina nel Pd, la rottura di Scelta civica, il salvataggio quirinalizio della Cancellieri, il caos sulla Legge di stabilità, la bocciatura europea della stessa legge, la fine delle Fabbriche di Vendola nella fabbrica di Riva, mentre in Basilicata il 53% degli elettori […]