La questione “OMT” e la morte virtuale della facciata cooperativa dell’euro

Per una corretta interpretazione della recente sentenza della Corte costituzionale tedesca Se pensate “questa è una crisi economica. Punto”, non leggete questo post.Se invece foste “veramente” interessati a capire, immergendovi in questo quagmire, questa sorta di Viet-nam della democrazia dei diritti fondamentali, che è divenuta l’Europa ordoliberista, (cioè, ribadiamo, quella in cui i neo-liberisti si […]

Il finto successo del “salvataggio” irlandese

Contrariamente al senso comune, l’Irlanda non è mai stata “salvata” e, per di più, non è neanche lontanamente sfuggita alla prigione del debito in cui era stata confinata dal suo, presunto, “salvataggio”. Dopo lo scoppio della bolla del mercato immobiliare, a seguito della crisi creditizia post-2008, la Banca Centrale Europea ha richiesto al governo di […]

Berlusconi condannato

Superfluo dire che la sentenza della Cassazione è politicamente devastante. La sostanziale conferma della condanna è una sconfitta pesantissima non solo per Berlusconi e per i suoi affiliati. Lo è anche per i suoi sodali e compagni di governo del Pd. Lo è infine per il Presidente della Repubblica che questo governo ha voluto e […]

Sulla fase e i compiti politici del Mpl

Il 14 luglio scorso si è svolta a Roma la riunione del Coordinamento nazionale del Movimento Popolare di Liberazione – Mpl. Essa ha approvato (con un astenuto) il documento presentato dalla Segreteria nazionale.

Europa da incubo

Jim Reid di Deutsche Bank presenta uno scenario europeo da incubo, che la BCE non sarebbe in grado di prevenire Riprendiamo da Voci dall’estero un commento di Business Insider sull’Outlook 2013 di Deutsche Bank, che prevede una crisi tutt’altro che alla fine.

La droga di Draghi

Faranno tutto il possibile, ma non sarà abbastanza Con due fave i mercati finanziari si vedono serviti su un piatto d’argento tre appetitosi piccioni. Il combinato disposto tra l’annuncio della Bce e la decisione della Fed di un terzo Quantitative easing (Qe) ha allontanato l’incipiente tempesta finanziaria, ha probabilmente assicurato la rielezione di Obama, ed […]

Più che bond «comprano tempo»

E se l’annuncio di Draghi avesse più a che fare con le elezioni americane che con la sorte dell’euro?Apparenze e realtà di uno strano passaggio settembrino. Troppe cose non tornano. Dunque bisogna cercare la spiegazione. Partiamo dalla storia degli «acquisti illimitati», ma di là da venire, annunciati da Draghi. A leggere i giornali sembra quasi […]