Chi sono davvero quelli che hanno votato Trump?

Formenti risponde a chi gli ha rivolto dure critiche per avere sostenuto che la vittoria di Trump è un “male minore” rispetto alla Clinton. A questi critici vorremmo segnalare la profezia di Michael Moore.

Se Trump tradirà le sue promesse

Intervenendo sulle pagine del New York Times Bernie Sanders compie una lucida analisi delle ragioni della sconfitta di Hillary Clinton.

Trump, la rabbia antisistema e l’eutanasia delle sinistre

La vittoria di Trump marca una clamorosa sconfitta della lobby transnazionale delle élite neoliberiste. Fino a poche ore prima dell’esito elettorale siamo stati bombardati dal coro pressoché unanime di governi, partiti, economisti, manager, star dello show business, campioni sportivi, sondaggisti, giornali, televisioni, piattaforme internet che celebravano la vittoria di Hillary Clinton presentandola come l’unico esito […]

Polany Moment (quale strategia di superamento dell’euro?)

Sergio Cesaratto è stato uno degli oratori al III. Forum no euro svoltosi a Chianciano Terme. Qui sotto il testo integrale del suo intervento alla sessione d’apertura. Una prolusione densa, su cui in molti dovrebbero meditare.(Nella foto: da sinistra Lapavitsas, Langthaler e Cesaratto)

E se la Clinton non fosse meglio di Trump?

«Personalmente, se fossi cittadino americano sceglierei di astenermi, ma non mi sento di condannare chi sceglierà Trump, soprattutto se si tratta dei lavoratori che scontano il prezzo di decenni di politiche clintoniane».