La lenta agonia dell’Europa

Brevi considerazioni sparse sulla deriva di un continente Oggi, 20 gennaio, avrebbe dovuto essere la giornata dell’incontro romano tra Monti, Merkel e Sarkozy. Dopo tanti vertici inutili, un vertice annullato. Sul perché della cancellazione si sa solo che è stata richiesta dall’Eliseo.

Le interessanti giravolte degli antiberlusconiani di tipo A

Se anche per «Repubblica» l’Europa non è più il «bene» di un tempo Ammettiamolo: per certi aspetti il quotidiano Repubblica è una spia davvero interessante. Repubblica, che nacque già nel 1976 come giornale-partito, è oggi un partito-giornale dai due volti complementari. Da un lato è uno degli organi più importanti delle oligarchie finanziarie, dall’altro è […]

Se l’Europa ci toglie la pensione

Il problema non sono le risatine da ebete di Sarkozy, ma gli ordini dell’asse Carolingio al governo italiano «C’è, o no, un problema di sovranità nazionale da riconquistare?» Dopo la letterina d’agosto della Bce, sono arrivati gli ordini d’ottobre dell’asse Berlino-Parigi: ecco in cosa consiste la «democratica» Unione che piace tanto al centrosinistra. Il Buffone […]

Sette punti sulla guerra contro la Libia

“Al fine di chiarire chi oggi realmente esercita la dittatura a livello planetario, piuttosto che Marx o Lenin, voglio citare Immanuel Kant. Nello scritto del 1798 (Il conflitto delle facoltà), egli scrive: «Cos’è un monarca assoluto? E’ colui che quando comanda: “la guerra deve essere”, la guerra in effetti segue». Argomentando in tal modo, Kant […]

Nazionalizzare le banche e poi cancellare il debito pubblico

Il Fatto Quotidiano: una voce del capitaleIn risposta al bocconiano Stefano Feltri «Per il Feltri insomma, se lo Stato non paga il debito, ci sarà lo sfracello, il cataclisma. Perché? Perché salterebbero proprio le banche italiane, che hanno in pancia quasi la metà dei titoli emessi dallo Stato. Quindi: Dio ce ne scampi dal causare il […]

La doppia lezione dei tumulti londinesi

Tottenham, il quartiere dov’è scoppiata giovedì notte la rivolta giovanile, è a un tiro di schioppo da Highgate, il quartiere che ospita la tomba di Marx. Ad Highgate non ci sono state devastazioni, né espropri, né scontri con la polizia. Highgate è un quartiere di “gente per bene”, una zona borghese: qui la rivolta non […]

«Libia, l’obiettivo della Nato è assassinare Gheddafi»

Intervista di Umberto De Giovannangeli ad Angelo Del Boca Lo storico italiano: «Una guerra fondata sulla disinformazione e veri e propri falsi. Altro che proteggere i civili: i capi dell’Alleanza dichiarano che il fine è far fuori il Colonnello» A mesi di distanza dall’inizio della guerra in Libia, le chiedo: che storia è questa?«È una […]

Libia: la guerra minore dell’imperialismo

Ad un mese dall’attacco occidentale la situazione resta confusa. Allo stallo sul terreno si somma l’incertezza sugli obiettivi degli aggressori: vogliono controllare la Libia, ma non sanno ancora come Tutto ebbe inizio la sera del 15 febbraio scorso, quando a Bengasi, sull’onda delle rivolte che nel frattempo avevano portato alla cacciata di Mubarak e Ben […]

Verso il quarto errore?

L’appello di un anarchico libico «Dopo il primo errore, aver militarizzato la rivoluzione popolare, stiamo commettendo il secondo errore, l’istituzione di una nuova dirigenza o di figuri che provengono dai resti del regime libico della Jamahiriya. Ed il nostro terzo errore si sta realizzando inevitabilmente: chiedere aiuto ai nostri nemici. Spero solo che non commetteremo anche un quarto errore: […]

L’ultimo argomento

Prosegue il dibattito sulla Libia Che l’armata Brancaleone partorita dalla rivolta per rovesciare il regime di Gheddafi stia avanzando grazie al contributo determinante delle forze armate imperialiste è fuori discussione. Fuori discussione, almeno per chi abbia cercato di comprenderla, la mia posizione: adesso occorre sostenere, senza se e senza ma, chi combatte la NATO, visto […]