Cambiare agenda (basta Tav)

Non se ne può più. La recessione è ormai una certezza, i dati sui costi dell’euro sono spaventosi, quelli sull’andamento dei salari pure (e la Cgil se ne è accorta solo ora…), ma in Italia si discute del Tav. Dall’Europa arrivano minacce a raffica, il Paese rischia di essere costretto a nuove torture austeritarie, ma […]

Palestina: vignette per non dimenticare

C’è un luogo dal quale la testimonianza dell’inaudito sacrificio imposto con la forza delle armi al popolo palestinese ci appare con più evidenza. C’è uno sguardo che, tra i tanti, ci sembra penetrare di più in quella realtà. E c’è un fronte di lotta dal quale la narrazione dell’esproprio della terra subito dai palestinesi e […]

La TAV costruita sui nostri corpi

Il dramma di Luca Abbà, vittima della violenza di Stato Questa notte è avvenuto un blitz militare per l’allargamento del cantiere TAV in Valle Clarea, pressi di Giaglione, Valle di Susa. C’era un gran numero di forze dell’ordine e militari, ruspe, mezzi militari, saliti anche mentre sabato 75000 persone manifestavano pacificamente contro quest’opera assurda, inutile, […]

Contro l’Europa dei capitali. Punto e basta

Intervista (a cura della redazione romana di Csp) a Marco Rizzo, Segretario Nazionale di Comunisti Sinistra Popolare L’aggravarsi della crisi – in questa fase incentrata sull’esplosione dei «debiti sovrani» – spinge sempre più ad una riflessione sulla linea politica delle forze anticapitaliste. Finalmente, azzeramento del debito ed uscita dall’Europa non sono più un tabù. Su […]

Lo Stato mostra i muscoli in Val di Susa ed il Pd sta con Maroni

Com’era stato annunciato da Maroni, lo Stato ha mostrato i muscoli in Val di Susa. Il brutale attacco poliziesco di questa mattina contro i presidi No Tav era facilmente prevedibile. Il trasversalissimo partito delle grandi opere non poteva restare inerte, specie dopo la chiusura della partita sul nucleare. Mentre scriviamo è in corso a Bussoleno […]

La trivella scortata

Di cosa ci parlano le vicende della Val di Susa Prima di tutto vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai feriti dei pestaggi polizieschi della Val di Susa. Solidarietà a Simone Pettinati, fortunatamente ormai fuori pericolo dopo essere stato ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Solidarietà alle due donne ferite, per una delle quali – Marinella […]