Macron e la guerra di classe dall’alto dei nuovi lib-lab europei

Esauritosi il coro di sospiri di sollievo con cui i galoppini del pensiero unico liberista hanno salutato la vittoria – tanto annunciata quanto scontata – di Macron contro il – presunto quanto acconciamente gonfiato – pericolo fascista incarnato da Marine Le Pen, qualche voce più avvertita comincia a levarsi anche nel campo dei vincitori per fare […]

Gran Bretagna: la sentenza dell’Alta Corte mette in evidenza la spaccatura tra il Paese e l’èlite

«Quello che stiamo vedendo, ancora una volta, è la frattura tra il paese e i suoi governanti, tra quello che gli italiani chiamano il paese reale e il paese legale, tra le classi lavoratrici e le classi che hanno un posto al sole. Nel corso della campagna, i Leavers hanno sostenuto che l’UE è una oligarchia, una mafia antidemocratica. […]

I sacrificabili bambini iracheni

Da Madeleine Albright a Tony Blair, fino a “Save the Children” “E’ una scelta difficile, ma riteniamo che il prezzo valga la pena“. (Madeleine Albright, ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite dell’epoca, sul mezzo milione di bambini iracheni morti per cause “correlate all’embargo”, 12 maggio 1996).

Un promemoria dall’Iraq per perseguire i crimini di guerra

La polvere in Iraq avanza per le lunghe strade che sono le arterie del deserto. Entra negli occhi, nel naso e nella gola; turbina nei mercati e nei cortili delle scuole, avviluppa i bambini che tirano calci alla palla, e porta, secondo il dottor Jawad Al-Ali, “i semi della nostra morte”. Un oncologo di fama […]

Vigilia elettorale in Gran Bretagna – Finzioni dei tre candidati e degrado della politica

Vantaggio insufficiente per governare del tory Cameron. Il lib-dem Clegg pronto a coalizioni variabili. Scontata la sconfitta laburista. Londra – Non è ancora “The Waste Land”, la terra desolata di T.S. Eliot, ma poco ci manca e anche se ogni paragone con Berlusconia sarebbe assurdo se non osceno qualche analogia tra il degrado delle istituzioni […]

Tony Blair, l’indecente

Menzogne e arroganza del guerrafondaio inglese che l’ulivismo italiota aveva eletto a suo modello Ci fu un tempo in cui Tony Blair spadroneggiava nel Regno Unito. Ci fu un tempo in cui il suo ghigno beffardo diventò il simbolo della «terza via» che l’ulivismo italiota credeva di rappresentare insieme al guerrafondaio inglese ed a Bill […]