Il trappolone

L’ultima trovata: far decidere ai parlamenti di Berlino e Parigi la politica economica italiana. Non è uno scherzo, è la proposta Merkel-Macron. E poi qualcuno ci chiede perché insistiamo tanto sulla sovranità…

«Finiremo per rimpiangere Schäuble»

Un articolo di Hainer Flassbeck (nella foto) sulle conseguenze del voto tedesco Sono ormai passate due settimane dalle elezioni tedesche. Il nuovo Bundestag si riunirà il 24 ottobre, ma la formazione del governo Merkel IV richiederà altro tempo. In compenso è pressoché sicuro che esso sarà espressione della “coalizione Jamaica”, chiamata così dai colori della […]

«Se fossi un politico italiano…»

«…vorrei tornare alla mia moneta il più velocemente possibile»Parola di un consigliere del governo tedesco che si dissocia dai suoi colleghi del “German Council” (qui sotto le sue parole riportate in un articolo del Telegraph), a conferma di quanto scrivevamo QUI sull’attacco tedesco all’Italia.

L’imminente default ed il futuro della Grecia

Il gruppo dirigente raccolto attorno a Tsipras le ha provate tutte per dimostrare la sua fede “europeista”, ma ai tetragoni euro-oligarchi questo non basta. Essi vogliono la capitolazione totale, che si continui con la politica di macelleria sociale. Ciò che Syriza non può fare, pena l’aperto tradimento del suo programma di riforme, delle speranze popolari, […]

Varoufakis nella tana del lupo

La stampa ed i media di regime, siccome sono tutti in mano a proprietari di fede eurista, descrivono Yanis Varoufakis come uno spaccone. Tendono anzi a far credere, senza portare prova alcuna, di dissensi profondi con Tsipras.

Davvero pensate che Renzi ubbidirà alla Merkel?

Il giudizio sulla finanziaria renziana Non è detta l’ultima, altri ritocchi sono ancora possibili, ma ora sono finalmente chiari i contorni della Finanziaria (Legge di stabilità) che il governo sottoporrà al vaglio della Commissione europea e quindi delle Camere. Essa ci consente di capire con più chiarezza quale sia la politica economica renziana, dunque di […]

Il vertice (quello vero) che decide

«Meglio una fine terrorizzante o un terrore senza fine?» Come spesso accade, le notizie importanti, sono quelle che vengono fatte passare in sordina. La bisca dove la finanza globale gioca a risiko coi capitali mondiali rischia — non solo a causa dell’agonia dell’euro ma dello stato comatoso del sistema USA — di saltare per aria. […]

Voto in Grecia: vincono le “sinistre radicali” non quelle rivoluzionarie

Con le elezioni non si fanno le rivoluzioni, ma non c’è dubbio che hanno una grande importanza. Un caso di scuola sono le recenti elezioni greche che i cittadini hanno usato non solo per protestare, non solo per mandare a casa il governo, ma per scassare (letteralmente) il sistema politico e istituzionale nato negli anni […]