Libia: perché diciamo no all’invio di truppe italiane

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.I paesi NATO, per niente soddisfatti di aver contribuito al disastro della Libia nel 2011, quando diedero avvio ad una sanguinosa campagna di bombardamenti per defenestrare Gheddafi, scalpitano per una seconda guerra d’aggressione. Allora il governo Italiano, Berlusconi primo ministro, malgrado i mal di pancia, partecipò all’aggressione. […]