Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi3885
mod_vvisit_counterUltima settimana163395
mod_vvisit_counterUltimo mese575305

Nicaragua - I sandinisti vincono ancora

E-mail Stampa

Proponiamo ai nostri lettori un'intervista a Fernando Bossi, per introdurre un'altra area di particolare interesse per chi si occupa di antimperialismo: il Nicaragua. Si possono rivolgere numerose e argomentate critiche all’attuale governo sandinista, tuttavia salutiamo con favore il successo elettorale alle recenti elezioni amministrative del FSLN- ovvero la sconfitta delle destre, apertamente sostenute e foraggiate dall’imperialismo nordamericano -. Tornermo quanto prima sulla questione del MRS, che forse troppo sbrigativamente Bossi liquida come una agenzia dell’imperialismo europeo. La figura di Ortega è sicuramente contraddittoria e complessa, nonché fortemente criticabile per determinati errori del passato, ma almeno in politica estera, per ora, ha osato strategie che nemmeno Chavez ha voluto intraprendere con tanta chiarezza e limpidezza. Dovremo spendere delle parole anche per la corrente di Ernesto Cardenal, attualmente quella più vicina all'eredità ed alla coerenza di Fonseca. Il "sandinismo" è fenomeno molto complesso al suo interno e non a caso il FSLN è un fronte e non un partito.

La Redazione

 

Sinistra atlantica

E-mail Stampa

Scudo missilistico e dintorni
Ci siamo già occupati delle affermazioni di Berlusconi sull’aggressività degli Stati uniti nei confronti della Russia. Tra le varie questioni citate in quell’occasione vi è quella del cosiddetto scudo missilistico, un tema cruciale nell’escalation della tensione tra i due vecchi protagonisti della Guerra fredda ormai tornati a guardarsi in cagnesco.

Leggi tutto...
 

Gli abitanti di Gaza resistono sopravvivendo

E-mail Stampa

Il lungo assedio della Striscia di Gaza dal 5 novembre, quando Israele ha violato la tregua con una brutale aggressione nella zona di Kan Younis, si incrudelisce sempre più. L’ingresso non è consentito neppure ai convogli ONU per introdurre generi di prima necessità e carburanti necessari per la produzione di energia elettrica. Ieri alcuni pescatori, insieme a tre attivisti contro l’assedio fra cui l’italiano Vittorio Arrigoni, sono stati sequestrati in mare. La Striscia ha fame, freddo ed è al buio, ma la popolazione resiste. Pubblichiamo una testimonianza di questa Resistenza.

Leggi tutto...
 

Diamo una mano a Youness

E-mail Stampa

 Avevamo scritto a proposito del livello raggiunto dall’isteria anti islamica rigorosamente bypartisan, pubblicando il racconto dell’odissea di Youness, cittadino immigrato ripetutamente espulso in modo del tutto arbitrario dall’Italia, ripromettendoci di dare una mano a lui e alla sua famiglia per porre fine alla brutta storia. Diffondiamo pertanto il testo della petizione che Jessica, sua moglie, intende rivolgere al Presidente della Repubblica e al Parlamento Europeo, invitando tutti a firmarla affinché Youness possa tornare e arbitrii del genere non si ripetano più.

Leggi tutto...
 

Quando la cosa più utile è far sapere

E-mail Stampa

Nei giorni scorsi la Bbc ha realizzato uno “scoop” sulla bomba atomica persa da un bombardiere Usa nel gennaio 1968 in Groenlandia.
A causa di un incidente ad un B52, quattro atomiche finirono sotto il ghiaccio del nord della Groenlandia, a pochi chilometri dalla base di Thule. Secondo la Bbc le squadre preposte al recupero riuscirono a ritrovarne soltanto tre, mentre la quarta sarebbe rimasta intrappolata per sempre nei ghiacci dell’Artico.
Gli americani sostengono che la radioattività dispersa nella massa d’acqua non sarebbe pericolosa, ma resta il fatto che nei primi mesi dopo l’incidente venne rimossa una quantità gigantesca di ghiaccio al fine di bonificare la zona.

Leggi tutto...
 

La dittatura a Sud di Lampedusa

E-mail Stampa

Segnaliamo questo contributo di Gabriele Del Grande, su Peacereporter, che mette a nudo l'inferno tunisino, una vera e propria dittatura a Sud di Lampedusa, molto utile per farsi un’idea della situazione in alcuni Paesi, magari conosciuti solo come paradisi turistici a buon mercato. Nella completa indifferenza dell'Unione Europea e di tutti i difensori dei diritti umani a senso unico, Ben Alì continua ad essere considerato un grande statista dalla "comunità internazionale", mentre nel bel mezzo del Mediterraneo continuano ad essere perpetrati crimini efferati e violazioni di diritti.

Leggi tutto...

 

Sull'accordo fra Stati Uniti e governo iracheno per la permanenza delle truppe d'occupazione

E-mail Stampa

I media italiani ed esteri danno oggi un grande risalto all’approvazione da parte del governo Al Maliki dell’accordo con gli Stati Uniti per la permanenza di questi ultimi anche dopo la scadenza del mandato ONU. L’accordo, su cui nei prossimi giorni dovrà esprimersi il Parlamento, è stato approvato dal governo iracheno con 27 voti favorevoli su 28 ministri presenti; non è dato sapere le ragioni dell’assenza di ben 10 ministri. I punti nodali oggetto di una lunga negoziazione fra la Casa Bianca e il governo iracheno investivano la flessibilità o meno del calendario per il ritiro e la giurisdizione in cui far ricadere i soldati e i contractors americani che commettono crimini in Iraq, che fino ad ora godono – e non solo in Iraq – di una sostanziale impunità.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 547 di 562

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home