Quadrante - Europa

Cacciare Macron!

Cacciare Macron!

Verso un “Libano senza sole”? Ad una settimana dalle elezioni europee le onde sismiche del tracollo macroniano continuano a propagarsi nella politica francese. Sarà così almeno fino al 7 luglio, data del ballottaggio. Ma forse anche dopo, se si realizzerà lo scenario previsto dall’ex ministro del lavoro Olivier Dussopt (quello della controriforma delle pensioni), che […]

Germania: lo spauracchio di Afd

Germania: lo spauracchio di Afd

Dato per prevedibile, scontata e fisiologica l’irrilevanza delle microformazioni sorte sul parassitismo, vuoi cinico, vuoi velleitario, delle reazioni popolari a certe strategie antipopolari (pandemia, manipolazione climatica, guerra, de-identificazione biologica, sociale e culturale), non resta che da registrare, al di là della sclerotizzazione di un assetto europeo dettato da Washington, dal Pentagono e da Blackrock, se […]

Ucraina: Stato canaglia, Stato fallito

Ucraina: Stato canaglia, Stato fallito

Nonostante il mandato quinquennale di Vladimir Zelensky si sia concluso il 20 maggio scorso, né gli Stati Uniti né le principali cancellerie dell’Europa occidentale sembrano voler mettere in discussione nell’immediato il suo ruolo. O almeno non pubblicamente, considerati gli evidenti “malumori ucraini” in seno all’amministrazione Biden. Alla questione della legittimità dell’ex comico si sommano le […]

Un nuovo fronte nel conflitto in Ucraina

Un nuovo fronte nel conflitto in Ucraina

*Nella foto accanto il segretario di Stato USA, Blinken, l’altra sera in un bar di Kiev dopo aver incontrato Zelensky. L’ultima volta che eravamo tornati sul conflitto in corso in Ucraina avevamo salutato positivamente la conquista da parte russa di Avdiivka. Le cose hanno subito un lento ma graduale cambiamento da metà febbraio, complice anche […]

Il momento decisivo

Il momento decisivo

Domande (e tentativi di risposta) sugli sviluppi della guerra Quali saranno gli sviluppi della guerra? Quali in Ucraina, quali in Medio Oriente? Queste ci paiono le domande fondamentali dell’oggi. Mentre le mortifere società occidentali sonnecchiano, nubi di tempesta s’addensano all’orizzonte. Gli ottimisti pensano che tutto finirà con un temporale, i pessimisti con il diluvio universale. […]

Dichiarazione di guerra

Dichiarazione di guerra

«All’Occidente le cose non stanno andando come previsto. Sbaglia, tuttavia, chi pensa che a Washington ci si stia predisponendo ad una soluzione alla “coreana”, con un cessate il fuoco sine die sull’attuale linea del fronte ucraino…» *   *   * I 95 miliardi stanziati dal Congresso americano non sono “semplici” aiuti militari, bensì una vera e propria dichiarazione […]

Solidarietà con i popoli della Russia

Solidarietà con i popoli della Russia

Risoluzione del Coordinamento internazionale STOPWW3 sull’attacco terroristico al municipio di Crocus Un sanguinoso attacco terroristico nella periferia di Mosca, le cui vittime sono decine di persone pacifiche e innocenti, tra cui bambini, adolescenti e donne, non può non suscitare la rabbia di qualsiasi persona di buona volontà. Il numero dei morti non è ancora stato […]

Operazione Crocus

Operazione Crocus

Il tentativo di ricondurre l’attentato di Mosca ad una macchinazione del Cremlino, oltre che di buon gusto appare privo di fondamento logico, mancando di spiegare in modo credibile per quale ragione e con quale obiettivo il governo russo avrebbe dovuto organizzare un attentato di certe proporzioni colpendo la propria popolazione. Piaccia o non piaccia il […]

Un patto di guerra

Un patto di guerra

L’«Accordo di cooperazione sulla sicurezza tra Italia ed Ucraina», firmato a Kiev il 24 febbraio da Zelensky e Meloni, è un fatto grave di cui ancora non è stata colta la portata. Sia il governo, che la stampa mainstream, lo hanno presentato come un atto più simbolico che sostanziale. «Il nostro accordo – come quelli […]

Quanto vale la caduta di Avdiivka?

Quanto vale la caduta di Avdiivka?

Ci avevamo visto abbastanza giusto nell’ultimo articolo pubblicato sulla guerra in Ucraina ormai qualche mese fa. Avevamo infatti previsto che l’inverno, a quel tempo alle porte, avrebbe rallentato ancor di più la guerra in corso. Inoltre, avevamo precisato come i potenziali cambiamenti sarebbero potuti avvenire nel Donbass ed in quei, pochi, territori in cui la […]