Uno su sei

Analisi controcorrente del voto regionale. La balla della vittoria di Berlusconi, il crollo del consenso al sistema politico. Domenica scorsa solo un elettore su sei (16,99%) ha votato il Pdl, eppure Berlusconi canta vittoria: «Ho vinto, basta perdere tempo» (la Repubblica, 31 marzo).Soltanto uno su quindici (6,74%) ha votato Lega, eppure Bossi sembra il nuovo […]

Quel che Rossanda non vede

A proposito di alcune valutazioni sul voto francese Domenica scorsa, 21 marzo, si è svolto il secondo turno delle elezioni regionali francesi. Praticamente tutti gli osservatori hanno registrato 3 dati: la sconfitta di Sarkozy, l’affermazione del blocco imperniato sul Partito socialista, ma soprattutto l’avanzata clamorosa dell’astensionismo. Tutti, ma non Rossana Rossanda, che sul Manifesto del […]

Due formule magiche e nessuna idea

Come il Prc già discute di una sconfitta annunciata Onore al merito. Nel Prc hanno già capito come gli andranno le regionali: male, forse malissimo. Ed hanno incominciato a discutere del dopo. E qui i meriti finiscono, dato che la discussione ha messo in campo un’unica merce, l’assoluta e difficilmente uguagliabile mediocrità del gruppo dirigente. […]

Le elezioni regionali nel bel mezzo della crisi politica italiana

Tre scommesse, più una, sulle elezioni del 28 marzo Le elezioni regionali si terranno tra due settimane, ma due dati appaiono già certi: saranno le elezioni con più ricorsi e con meno elettori della storia repubblicana. Se il primo dato è già una certezza, che la dice lunga sull’interminabile processo degenerativo della politica italiana, sul […]

Nucleare: le 5 menzogne da smontare

Due notiziole hanno riproposto negli ultimi giorni la questione del nucleare. La prima viene dagli Stati Uniti, dove il Senato del Vermont ha votato, per ragioni di sicurezza, la chiusura del suo reattore atomico nel marzo del 2012. La seconda viene dall’Italia, dove il ministro dell’istruzione Gelmini ha annunciato un programma per spiegare agli studenti […]

Dalla privatizzazione dei partiti a quella delle tangenti

I frutti prevedibili (e previsti) dell’americanizzazione della politica Ha davvero torto chi vede nella politica attuale solo affarismo e corruzione? E’ davvero un qualunquista chi esclama che i politici «sono tutti uguali»? In breve: è forse sbagliata la percezione popolare di un potere sempre più chiuso nella difesa dei suoi specifici interessi di casta?No, non […]

2 + 2 in genere fa 4

Il mesto rientro nei ranghi del commissario Di Pietro Due febbraio 2010, il Corriere della Sera pubblica una foto del 1992 in cui Antonio Di Pietro (allora Pm di «Mani Pulite») cena in compagnia di Bruno Contrada (allora n° 3 del Sisde, che verrà arrestato 9 giorni dopo) e – fatto un po’ più interessante […]

Tony Blair, l’indecente

Menzogne e arroganza del guerrafondaio inglese che l’ulivismo italiota aveva eletto a suo modello Ci fu un tempo in cui Tony Blair spadroneggiava nel Regno Unito. Ci fu un tempo in cui il suo ghigno beffardo diventò il simbolo della «terza via» che l’ulivismo italiota credeva di rappresentare insieme al guerrafondaio inglese ed a Bill […]

Il fumo e l’arrosto della farsa fiscale

  Prima sì, poi no; poi ancora sì e di nuovo no. Ora siamo al nì, ma di sicuro non è finita.Se si trattasse soltanto di rincorrere gli annunci ed i controannunci sulla riduzione della pressione fiscale potremmo limitarci ad un po’ di ironia, a commento di una farsa un po’ stantia ma recitata con […]

E se D’Alema non fosse così fesso come sembra?

Una lettura controcorrente della telenovela pugliese e degli intrighi nazionali che vi ruotano attorno Tra le tante disgrazie della loro terra, in questa settimana gli abitanti della Puglia avranno anche il problema di dribblare i gazebo delle primarie. Nel 2005 ci riuscirono assai bene: il “bagno di democrazia” all’americana vide la partecipazione di circa 80mila […]