La battaglia d’autunno è cominciata

Verrebbe da ridere se non ci fosse da piangere: Matteo Salvini è indagato dalla procura di Agrigento per sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio.

Patriottismo o nazionalismo? (terza lezione)

Nella Prima lezione, siamo risaliti alle origini del movimento patriottico italiano, sottolineando la sua natura democratica, egualitaria, repubblicana e rivoluzionaria La sconfitta subita dalla rivoluzione del 1848 si portò appresso quella del patriottismo democratico e l’egemonia del blocco tra aristocrazia, monarchia e borghesia sul Risorgimento.

Carpe diem!

Il Governo giallo-verde alle porte della battaglia d’autunnoComunicato n. 10/2018 del Comitato centrale di Programma 101

Casini d’Italia: le Province

Prima o poi i nodi vengono sempre al pettine. E’ questo il caso delle province. Prima “abolite” dalla foga tagliatrice ed austeritaria di Monti, poi parzialmente resuscitate dalla Corte Costituzionale, infine stravolte e sdemocratizzate dalla “Legge Delrio” del 2014 che “salvò” le province cancellando però l’elettività dei consigli provinciali: un fulgido esempio di cosa sia […]

La battaglia d’autunno

Il governo Conte non era ancora nato ma su questo blog, vista l’alta probabilità che M5S e Lega avrebbero alla fine chiuso l’accordo per formare il loro governo, avevo azzardato un pronostico: SCATENERANNO L’INFERNO. Chi lo avrebbe fatto era chiaro: le potenti oligarchie eurocratiche in combutta con l’aristocrazia finanziaria globale.

Sanzioni: la divisione nel campo sciita

Tehran tradita da Baghdad respinge Al Abadi al mittente Il premier iracheno si è detto disposto ad attuare le sanzioni americane contro l’Iran. Dietro la sua dichiarazione un insieme di fattori, soprattutto economici. Il passo di al Abadi (foto) potrebbe rivelarsi un pericoloso boomerang

Turchia: le vere ragioni della crisi

Molti commentatori economici “antisovranisti” stanno utilizzando la crisi turca per contrastare la tesi secondo la quale è (di gran lunga) preferibile emettere e gestire la propria moneta nazionale. La Turchia sta attraversando forti tensioni finanziarie e la lira turca si sta rapidamente svalutando. Meglio quindi essere nell’Eurosistema, “che ci protegge da questo tipo di problemi”?

Nazionalizzare le autostrade!

Le penali sono una tigre di carta: le convenzioni dei “Signori del casello” una vergogna targata Prodi, ma si possono cancellare nazionalizzando la gestione della rete autostradale

Le sanzioni Usa contro l’Iran

Le conseguenze delle decisioni di Trump in un’intervista di Alberto Negri Negri (Ispi): “Aumenta l’instabilità regionale”. Colpita anche l’Italia, primo partner commerciale dell’Iran. [Intervista a cura di Daniele Rocchi – Agensir.it]